QR code per la pagina originale

Microsoft, rilasciato Silverlight 5

Microsoft ha presentato Silverlight 5, ultima edizione del celebre plugin per l'accesso a contenuti multimediali via browser.

,

Silverlight, la risposta di Microsoft alla tecnologia Flash di Adobe, giunge alla versione 5: la società di Redmond ha infatti annunciato la disponibilità per il download del pacchetto di installazione relativo all’ultima edizione del plugin che permette di riprodurre contenuti multimediali all’interno del proprio browser in ambienti Windows e Mac.

Con Silverlight 5 Microsoft intende compiere un ulteriore passo in avanti sia in termini di funzionalità che di prestazioni. In tal senso si registra la possibilità di effettuare una decodifica dei contenuti multimediali basati sul codec video H.264 utilizzando direttamente il proprio processore grafico, ottenendo così sensibili miglioramenti nelle performance, oppure l’integrazione del Postscript Vector Printing, il quale permette di migliorare la qualità dei video riducendo le dimensioni dei file.

La nuova edizione di Silverlight, poi, grazie all’utilizzo delle XNA API in ambienti Windows è in grado di accedere alla GPU ad un livello più basso, con la possibilità di sfruttarne a pieno tutte le potenzialità nell’elaborazione di primitive 3D. Nell’annuncio si legge inoltre di una nuova funzione che ripropone il modello delle “applicazioni fidate”, la quale una volta abilitata permette di affidare specifici compiti al plugin piuttosto che al browser stesso, il cui carico può in questo modo essere alleggerito durante l’esecuzione.

Secondo alcune fonti vicine agli ambienti di Redmond, poi, questa sarebbe l’ultima versione ufficialmente realizzata dagli ingegneri Microsoft, con quest’ultima che ha garantito pieno supporto per l’edizione 5 fino al 2012, ovvero per un periodo ben più lungo rispetto a quello che ha caratterizzato le precedenti release. Il pacchetto di installazione di Silverlight 5 può essere scaricato dai server del colosso statunitense e pesa all’incirca 7 MB.

 

Fonte: Microsoft • Notizie su: