QR code per la pagina originale

RIM BlackBerry: nuove strategie contro iOS e Android

Il 2012 sarà un anno chiave per RIM: ecco le strategie che secondo gli analisti adotterà per competere nuovamente nel mercato mobile.

,

Il 2011 è ormai prossimo alla conclusione ed è tempo di bilanci per RIM. Il colosso canadese non ha vissuto infatti un’annata particolarmente felice, sia a causa di problemi interni che di un mercato quale quello mobile in continua evoluzione. Un’evoluzione il cui passo è stato visibilmente più rapido rispetto a quello che l’azienda è riuscita a mantenere, con un divario con i vari iPhone e Android cresciuto di settimana in settimana.

Il valore delle azioni RIM, del resto, è crollato rispetto a un anno fa, così come la diffusione dei terminali BlackBerry, i quali hanno perso circa il 70% delle proprie quote di mercato negli ultimi 12 mesi. A gravare sull’economia della società, oltre all’enorme differenza accumulata in termini tecnologici rispetto alla concorrenza, vi sono stati anche alcuni problemi tecnici quale ad esempio il blackout del sistema di messaggistica BBM, il quale ha causato un’ulteriore perdita di fiducia da parte degli utenti nei confronti di un brand che per lungo tempo ha rappresentato uno dei più importanti poli dell’industria mobile.

Il nuovo anno si aprirà dunque con una situazione piuttosto delicata per l’azienda canadese, alla ricerca di quella svolta tanto attesa che possa finalmente ristabilire il segno positivo nell’andamento della linea BlackBerry. I pareri degli esperti del settore rappresentano uno specchio fedele dei forti dubbi che aleggiano intorno al futuro del gruppo, con numerosi analisti convinti che le attuali strategie non possano essere in alcun modo sufficienti per proporre RIM sullo stesso livello di Apple e di altri produttori di smartphone basati su Android.

In tale contesto risultano tuttavia presenti ancora alcuni spiragli di miglioramento, soprattutto qualora Research In Motion metta in atto alcuni cambiamenti che possano finalmente sancire un taglio netto rispetto al passato. Tra le possibili migliorie suggerite dagli analisti figurano l’ampliamento del numero di applicazioni disponibili nello store ufficiale dedicato al mondo BlackBerry, la creazione di servizi moderni altamente affidabili, una maggiore attenzione all’esperienza d’uso in contesti consumer piuttosto che un continuo interesse esclusivamente verso il segmento business e la creazione di un nuovo paradigma che possa differenziare i dispositivi BlackBerry rispetto alla concorrenza, puntando sia sui punti di forza che hanno permesso alla linea di raggiungere gli obiettivi passati, sia su nuovi aspetti che possano sfruttare i punti deboli dei nomi attualmente in cima alla classifica mobile.

RIM, insomma, necessita di una ventata di aria fresca che possa rendere i prodotti appartenenti alla famiglia BlackBerry tanto moderni quanto ad esempio l’iPhone di Apple, imparando dagli errori commessi in passato per progettare un futuro nel quale il brand canadese possa ancora giocare un ruolo di primo piano. I numeri, del resto, parlano chiaramente di un andamento in continuo declino e soltanto un deciso cambio di mentalità e di strategie può frenare tale declino e ristabilire le sorti dell’azienda.

Notizie su: ,