QR code per la pagina originale

Google Plus, sempre più Hangouts

Google ha introdotto nuove feature per Hangouts, il sistema per effettuare chiamate video all'interno del social network di Mountain View.

,

Novità in arrivo per Hangouts, la funzionalità introdotta da Google all’interno del proprio social network “Plus” per consentire agli utenti di effettuare gratuitamente chiamate video con altri iscritti. La società di Mountain View ha infatti annunciato alcuni cambiamenti volti a rendere tale servizio maggiormente accessibile, consentendo ad esempio di richiedere una sessione ad un’altra persona direttamente dai post pubblicati da quest’ultima, così come altre novità di sicuro interesse.

Un nuovo pulsante farà dunque presto capolino nell’interfaccia di Google Plus, mediante il quale sarà possibile notificare all’autore di un post la propria volontà di effettuare una videochiamata. Tale richiesta, insieme ad eventuali altre provenienti da altri utenti, sarà presente in un elenco visibile al diretto interessato, il quale potrà accettare o meno una sessione Hangouts. Il tutto sarà disponibile non solo dalla versione web del social network, bensì anche tramite l’apposita applicazione mobile, disponibile entro pochi giorni per Android ed iOS in una nuova edizione volta ad integrare proprio tali nuove feature.

Nel corso delle prossime settimane, poi, lo strumento Hangouts On Air, utilizzato da diverse celebrità per mostrare in tempo reale i propri show agli utenti Google+, aprirà le porte a nuovi utenti appositamente selezionati da Google tra i personaggi pubblici iscritti al portale ed utenti con un corposo numero di “follower”. Tale sistema sarà inoltre gestibile autonomamente da coloro che vi avranno accesso e sarà a breve integrato con YouTube, permettendo di fatto l’upload automatico delle sessioni On Air effettuate al termine delle stesse.

Per consentire agli utenti di restare maggiormente in contatto, poi, Google ha annunciato la possibilità di utilizzare Plus per effettuare telefonate verso numerazioni fisse, con costi che varieranno a seconda dei Paesi: gli iscritti statunitensi potranno chiamare entro i confini della nazione gratuitamente amici e parenti, mentre le telefonate effettuate verso l’estero saranno caratterizzate da prezzi piuttosto convenienti rispetto a quanto offerto dai vari operatori. Un nuovo menù ed un nuovo sistema di notifica permetterà infine di conoscere in tempo reale le sessioni di chat e videochat richieste dalle persone presenti all’interno delle proprie cerchie di amici.

Fonte: Google • Immagine: Creative Commons • Notizie su: ,