QR code per la pagina originale

Video e videogiochi: il futuro delle console

Nielsen evidenzia come sia cresciuta la percentuale di coloro che trascorrono il loro tempo su console guardando video in streaming piuttosto che giocando.

,

Nel corso degli anni, le console hanno subito una profonda trasformazione fino a diventare, oggi, uno strumento non solo utile a videogiocare, ma anche a intrattenersi a 360 gradi. E sempre più spesso l’utenza in possesso di una PlayStation 3, Xbox 360 o Nintendo Wii sta utilizzando la propria console per guardare in streaming film e spettacoli televisivi.

Oggi le console consentono di collegarsi facilmente a Internet e, se si dispone di un collegamento alla banda larga, di accedere ai servizi di video-on-demand quali Netflix, Hulu, YouTube, Major League Baseball Network e ESPN. L’utenza sta aumentando la visualizzazione degli stessi attraverso le console piuttosto che da PC poiché preferiscono guardare i contenuti video sul grande televisore di casa piuttosto che da un piccolo schermo. Ne consegue dunque un aumento consistente della visualizzazione dei video in streaming: nel mese di ottobre, Nielsen segnala che il 14% del tempo medio che un utente ha trascorso su Xbox 360 è stato utilizzato proprio sui portali di video-on-demand, su PlayStation 3 la percentuale è pari al 15% e su Nintendo Wii del 33%.

Solo nello scorso anno, su Xbox 360 la percentuale del tempo medio trascorso da un utente su tali servizi era del 10%, su PlayStation 3 del 9% e su Nintendo Wii del 20%. Si può dunque chiaramente comprendere come il mercato dei video in streaming sia in netta espansione. In generale, si evidenzia come il mercato dei video in streaming sulle console sia cresciuto del 7% nel giro di 12 mesi.

Nielsen segnala inoltre come il tempo trascorso nel gaming online sia aumentato su Xbox 360 dal 28 al 33%, su Wii dall’8 al 12%, e su PS3 dall’8 al 12%, mentre sulla piattaforma Sony sembrano essere meno utilizzati i film in DVD e Blu-Ray, con una percentuale scesa dal 27% al 22%. Si utilizza la console anche per ascoltare musica e navigare su Internet, anche se di meno rispetto a quanto visto nel 2010: su PS3 si è passati dall’11% al 4%, su Xbox 360 dall’11% al 5% e su Wii dall’11% al 4%.

Fonte: Nielsen • Via: LA Times • Notizie su: ,