QR code per la pagina originale

Sony, la PlayStation Vita sbarca in Giappone

Sony ha lanciato ufficialmente la console PlayStation Vita in Giappone durante lo scorso fine settimana. L'arrivo in Europa è previsto per febbraio.

,

Sony, dopo lungo tempo dietro le quinte ad osservare l’evoluzione del settore delle console di gioco, rompe il silenzio ed esordisce in Giappone con la PlayStation Vita, nuova edizione del dispositivo di gioco portatile della casa del Sol Levante. Il colosso asiatico, nella giornata di sabato, ha infatti dato il “La” alle vendite della console con la quale intende nuovamente proporsi sul mercato come nome di primo piano nel gaming in salsa mobile.

Da diverso tempo, infatti, smartphone e tablet hanno iniziato a dire la propria in tale settore, proponendosi come soluzioni alternative in grado di offrire strumenti che vadano ben oltre il semplice intrattenimento videoludico. Il numero di utenti che hanno preferito scegliere una delle due tipologie suddette è andato crescendo nel tempo, anche grazie ai continui sforzi da parte delle società produttrici nel fornir loro device caratterizzati da prestazioni paragonabili a quelle delle principali console.

La PlayStation vita vuole dunque imprimere una forte accelerata all’andamento dell’economia di Sony dal punto di vista dei dispositivi di gioco, presentandosi sul mercato con un display da 5 pollici dotato di risoluzione pari a 960×544, processore grafico quad-core SGX543 (una variante di quello già presente nel chip A5 di Apple utilizzato per l’iPad 2 e l’iPhone 4S), connettività Wi-Fi, Bluetooth, GPS ed eventualmente anche 3G a seconda del modello scelto, permettendo così di giocare online anche al di fuori delle mura domestiche.

La console, secondo quanto dichiarato da Sony, ha fatto registrare il tutto esaurito in Giappone già in fase di pre-ordine, con migliaia di persone in fila all’apertura dei negozi per accaparrarsi i pezzi rimasti. Il dispositivo sarà distribuito da Sony nella terra del Sol Levante ad un prezzo di 24,900 yen (circa 320 dollari), mentre una volta giunto negli Stati Uniti il prezzo di vendita al pubblico dovrebbe essere pari a 250 dollari per unità. Lo sbarco in Europa dovrebbe avvenire in contemporanea con gli States, presumibilmente nel corso del prossimo mese di febbraio.

Fonte: BusinessWeek • Via: VentureBeat • Notizie su: ,