QR code per la pagina originale

Apture, pronto un nuovo servizio targato CloudFare

CloudFare ha dato vita ad Highlight, alternativa ad Apture nata dopo la decisione di Google di bloccarne la diffusione online.

,

Apture è un servizio che permette di ricevere informazioni contestuali riguardanti il contenuto di porzioni di testo evidenziate durante la navigazione sul web. O almeno, lo era: dopo averne acquistato i pieni diritti per una cifra vicina ai 20 milioni di dollari, infatti, Google ha intenzione di implementare tale feature all’interno delle prossime edizioni del browser Chrome, bloccandone così l’utilizzo da parte dei singoli siti web.

Tale decisione ha causato dunque forti reazioni da parte di tutte le società che hanno abbracciato Apture per la fornitura di servizi ai propri utenti. Tra queste risulta particolarmente importante il ruolo di CloudFare, la quale permetteva di installare Apture in un semplice click e che poteva vantare quest’ultimo tra gli strumenti più gettonati del proprio portfolio. Gli ingegneri del gruppo non si sono tuttavia persi d’animo, ma si sono tuffati a capofitto in un nuovo progetto che mira a fornire funzionalità simili ad Apture.

Il frutto delle prime 24 ore di lavoro da parte del team composto da 3 programmatori è stato Highlight, il quale a detta del CEO di CloudFare, Matthew Prince, risulta essere sostanzialmente allo stesso livello di Apture, fornendo strumenti paragonabili sia in termini di funzioni messe a disposizione che di qualità complessiva del servizio offerto. Dopo alcune settimane di beta testing, Highlight è ora disponibile come tool installabile in maniera piuttosto veloce da parte di tutti i clienti dell’azienda.

 

Fonte: The Next Web • Notizie su: