QR code per la pagina originale

IBM 5 in 5: le tecnologie dei prossimi 5 anni

IBM pubblica la sua previsione annuale sulle innovazioni che cambieranno la nostra vita nei prossimi 5 anni.

IBM 5 in 5

,

Ogni anno IBM pubblica una previsione sulle innovazioni che dovrebbero cambiare la nostra vita nei prossimi cinque anni. Lo studio, denominato IBM 5 in 5, è basato sull’analisi del mercato attuale e sulle ricerche in corso nei laboratori dell’azienda statunitense. È interessante anche verificare quali previsioni del passato sono diventate realtà.

Le cinque previsioni di quest’anno che, secondo IBM si avvereranno entro il 2017, sono le seguenti:

  1. L’energia elettrica sarà auto prodotta;
  2. Non si utilizzeranno più le password;
  3. La lettura del pensiero non sarà più fantascienza;
  4. Il digital divide cesserà di esistere;
  5. L’email spazzatura diventerà email prioritaria.

L’energia elettrica sarà auto prodotta
Secondo la visione di IBM, ogni cosa che si muove è in grado di generare energia, dalle scarpe da corsa alle onde dell’oceano, ma è il nostro corpo che è destinato a diventare una macchina generatrice di energia. Basterà fare una normale passeggiata per alimentare un’antenna inserita nelle scarpe che ricarica lo smartphone. Anche il calore di un computer o l’acqua che scorre nei tubi possono essere utilizzati per generare corrente. Le fonti rinnovabili saranno impiegate per generare l’energia necessaria alle proprie esigenze.

Tra le previsioni del passato molte sono diventate realtà, basta pensare alla telemedicina, grazie alla quale i dottori possono controllare i pazienti a distanza, oppure alla nanotecnologia, ormai diffusa in ogni campo, dalla biologia all’elettronica. Probabilmente la previsione più azzeccata è stata quella relativa all’utilizzo dei comandi vocali per effettuare ricerche su Internet. Siri di Apple è l’esempio più evidente di “web che risponde alle domande dell’utente”. Tra le previsioni sbagliate c’è Internet in 3D, pensato cinque anni fa sulla scia del successo di Second Life, ma oggi la Rete è ancora in due dimensioni.

Notizie su: