QR code per la pagina originale

Kindle Fire cresce più rapidamente di iPad

Il Kindle Fire di Amazon sembra crescere ad una velocità impressionante, maggiore rispetto a quella che ha caratterizzato l'esordio dell'iPad.

,

Che il Kindle Fire potesse essere il tanto atteso rivale numero uno per l’iPad targato Apple lo si intuiva sin dai primi giorni di pre-vendita, con il tutto esaurito registrato presso il sito web di Amazon a sancire un debutto della società nel settore dei tablet piuttosto positivo. La conferma dell’importante impatto di tale device sull’intero settore giunge dai dati pubblicati dalla società di advertising Millennial, secondo cui il Kindle Fire sta crescendo più rapidamente dell’iPad.

Le statistiche in questione fanno leva sulle informazioni a disposizione del gruppo, operante nel campo della pubblicità online, soprattutto in chiave mobile. Tali dati parlano di una crescita estremamente rapida del Kindle Fire dal proprio esordio ad oggi, con un ritmo che si aggira in media intorno al 19% in più al giorno. Tale velocità di crescita, spiega Millennial, permette ad Amazon di collocarsi ben al di sopra di quanto fatto registrare da Apple con il proprio iPad, indipendentemente dall’edizione della tavoletta di Cupertino presa in considerazione.

Millennial, dunque, sostiene che ogni giorno sono diverse centinaia di migliaia le richieste provenienti dal neonato dispositivo del colosso delle vendite online, il quale continua dunque ad affermare la propria presenza nel mondo mobile. Il successo del primo tablet della propria storia potrebbe inoltre spingere Amazon ad investire ulteriormente nel settore, insistendo ancora una volta sui prezzi concorrenziali ai quali vengono distribuiti i propri dispositivi per renderli maggiormente appetibili rispetto alle soluzioni alternative proposte della concorrenza.

Tra gli altri dati pubblicati dalla società si evince poi una continua crescita delle piattaforme mobile realizzate da Apple e RIM ai danni di Android, che per il secondo mese consecutivo vede diminuire la propria fetta. Il sistema operativo di Mountain View detiene tuttavia ancora il 50% del totale, a conferma della propria posizione di leadership in un settore nel quale continuano ad emergere nomi nuovi pronti a darsi battaglia per un posto in prima fila.

Fonte: TechCrunch • Via: 9to5Mac • Notizie su: