QR code per la pagina originale

Windows Phone: update nelle mani dei carrier

I prossimi aggiornamenti saranno rilasciati su decisione degli operatori telefonici. Inizia la frammentazione di Windows Phone?

,

Microsoft ha deciso che, a partire dal prossimo aggiornamento di Windows Phone, non fornirà più informazioni dettagliate sulla disponibilità della nuova versione del software attraverso il sito “Where’s my phone update?“. Saranno gli operatori telefonici dei singoli paesi a stabilire se e quando rilasciare l’update.

Per ogni nuova release di Windows Phone, fino alla build 7720, noto a tutti come Windows Phone 7.5, l’azienda di Redmond indicava lo stato (testing, scheduling e delivering), l’ultimo dei quali significava era stata avviata la distribuzione dell’aggiornamento. A partire dalla build 8107, l’update sarà inviato solo ai carrier che lo richiederanno.

In pratica, la decisione attribuisce maggiore discrezionalità agli operatori telefonici. Come dichiarato dal General Manager Eric Hautala sul blog ufficiale di Windows Phone, gli aggiornamenti saranno disponibili in tutto il mondo, ma l’effettiva ricezione dipenderà dalla nazione, dall’operatore telefonico e dal modello di smartphone.

Microsoft potrebbe aver scelto questa strada per dare ai carrier la possibilità di gestire nel migliore dei modi il traffico dati sulle proprie reti, ottenendo in cambio una maggiore pubblicità del sistema operativo sul mercato. Si tratta però di una decisione molto rischiosa perché se da una parte Microsoft guadagna la fiducia degli operatori telefonici, dall’altra potrebbe perdere quella degli utenti. La loro preoccupazione è la mancata ricezione dei futuri aggiornamenti, come già si evidenzia in alcuni commenti di protesta sul blog. Sembra dunque che il principale difetto di Android, ovvero la frammentazione, sia iniziata anche per Windows Phone.

Notizie su: