QR code per la pagina originale

Lenovo presenta la prima TV con Android 4.0

Lenovo ha presentato la K91 Smart TV, il primo apparecchio televisivo basato su Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

,

Lenovo è una delle società maggiormente attive in questi giorni nel corso del CES 2012 di Las Vegas. Il gruppo cinese ha infatti presentato molte novità in arrivo nei prossimi mesi, tra le quali figura anche il primo apparecchio televisivo basato su Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Trattasi della Lenovo K91 Smart TV, la quale sarà inizialmente disponibile esclusivamente in Cina per poi fare capolino anche al di fuori della nazione asiatica nel corso dell’anno.

La TV sarà animata da un microprocessore Snapdragon 8060 di Qualcomm, con frequenza di clock pari a 1,5 GHz, con 1 GB di memoria RAM, 8 GB di spazio per lo storage ed una microSD in dotazione da 2 GB per incrementare ulteriormente la capacità di archiviazione del dispositivo. Una fotocamera frontale da 5 MP permetterà di utilizzare funzionalità di riconoscimento facciale, utile soprattutto per implementare strumenti di controllo da parte dei genitori, ma potrebbe essere utilizzata anche come sistema di comunicazione audio/video.

I modelli che saranno immessi sul mercato in una prima fase sono due, rispettivamente con display da 42 e 50 pollici, con quest’ultimo dotato anche della capacità di mostrare immagini utilizzando la tecnologia 3D. Il controllo della TV potrà avvenire in diversi modi: in dotazione saranno forniti infatti un gamepad con giroscopio a tre assi ed un touchpad, ma non manca la possibilità di eseguire operazioni semplicemente richiedendole vocalmente all’apparecchio televisivo, dotato dunque di un sistema di riconoscimento vocale.

Ad arricchire il tutto ci sarà poi l’integrazione con una serie di funzionalità legate al cloud computing per l’archiviazione online di contenuti multimediali e l’accesso a servizi via web forniti dalla stessa Lenovo. Al momento non sono note informazioni maggiormente precise sulla data di arrivo sul mercato, sul prezzo di vendita al dettaglio, né tantomeno sull’eventuale possibilità di accedere al tradizionale Market di Android oppure ad un’eventuale store realizzato ad hoc dalla società di origini cinesi.

Fonte: GigaOM • Notizie su: