QR code per la pagina originale

iPad 3, al via la produzione: arriverà entro marzo

Apple ha inviato gli ordini per la produzione dell'iPad 3 a Foxconn e Pegatron. L'arrivo sul mercato è atteso per il prossimo mese di marzo.

,

È iniziata l’era dell’iPad 3: benché la terza iterazione del device di Cupertino non sia ancora in commercio, infatti, fonti vicine alla catena di produzione della società statunitense suggeriscono l’inizio della fase di produzione dello stesso, con precisi ordini impartiti da Apple alle società Foxconn e Pegatron. L’immissione in commercio, poi, dovrebbe avvenire nel corso del mese di marzo.

Ancora una volta trovano conferma le ipotesi relative ad un dispositivo diverso soltanto dal punto di vista delle dotazioni interne, con tratti estetici sostanzialmente identici alla versione attualmente sul mercato ad eccezione di uno spessore lievemente maggiore per lasciar posto a nuovi componenti per il display. Smart cover ed altri case non ufficiali dovrebbero dunque essere pienamente compatibili con la terza edizione del device, proponendo una situazione simile a quella vissuta nel passaggio dall’iPhone 4 al modello 4S.

Confermata inoltre la nuova risoluzione dello schermo, che dovrebbe passare a 2048×1538 pixel per garantire una resa delle immagini e del testo superiore rispetto all’iPad 2. Per il resto, invece, non dovrebbero esservi particolari cambiamenti: il processore A5 dovrebbe essere ancora una volta l’anima pulsante del tablet, così come non dovrebbe scomparire il pulsante fisico Home, come invece suggerito da alcuni rumor degli scorsi mesi.

La produzione degli iPad 3, come detto, sarà affidata a Foxconn e Pegatron (scartata invece Sharp dalla lista dei partner dopo una iniziale forte candidatura), con la prima che si farà carico dell’85% dei device, sulla scia di quanto accaduto già con l’iPhone 4S. La presentazione potrebbe avvenire nel corso del mese di febbraio, forse il giorno 23 per celebrare il compleanno del compianto fondatore Steve Jobs. La terza versione dell’iPad si prospetta dunque essere una sorta di modello di transizione, in attesa di cambiamenti sostanziali attesi tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013, nei quali potrebbe essere coinvolto anche l’iPhone 5.

Fonte: Macotakara • Via: AppleInsider • Immagine: Apple • Notizie su: