QR code per la pagina originale

Bing potrebbe essere favorito dagli errori di Google

Microsoft potrebbe aumentare la quota di mercato per Bing, sfruttando la sua alleanza con Facebook.

,

I recenti aggiornamenti di Google, che hanno già sollevato molte critiche, potrebbero rivelarsi un’arma a doppio taglio per l’azienda di Mountain View. Secondo Geekwire, i navigatori potrebbero abbandonare Google per passare a Bing. La cosiddetta “ricerca sociale” sembra più un tentativo di pubblicizzare Google+, inserendo nei risultati collegamenti al social network, piuttosto che un mezzo per migliorare le ricerche.

A questo punto, cavalcando l’onda di preoccupazione di navigatori ed aziende, Microsoft potrebbe riuscire a rosicchiare quote di mercato e diffondere maggiormente Bing. Molto dipende non solo dalle reazioni dell’utenza, ma anche dalle decisioni delle autorità antitrust che indagano sul comportamento di Google.

In un mondo in cui la ricerca di informazioni è diventata fondamentale, è altrettanto importante garantire la libertà da ogni condizionamento. D’altra parte, come suggerito da John Battelle, potremmo essere all’inizio di un cambiamento nel significato del paradigma di ricerca online. Google, quindi, potrebbe semplicemente aver avviato una nuova fase del settore.

Cosa può fare, allora, Microsoft per impedire di perdere ulteriore terreno da Google? Potrebbe, per esempio, offrire un servizio di ricerca sociale meno invasivo rispetto a quello di Google, sfruttando il rapporto privilegiato con Facebook. Un bacino di utenza che si avvicina al miliardo di persone sarebbe un’occasione da non perdere per Microsoft.

Notizie su: