QR code per la pagina originale

LibreOffice, disponibile la versione 3.4.5

LibreOffice giunge alla versione 3.4.5: corretti numerosi bug riscontrati nel tempo, nessuna nuova feature di rilievo.

,

Prosegue lo sviluppo di LibreOffice, fork nato da una costola del progetto OpenOffice in seguito al passaggio di quest’ultimo nelle mani di Oracle dopo anni di collaborazione con Sun Microsystem, acquisita proprio dal gruppo di Larry Ellison. La fondazione che si occupa della suite per l’ufficio libera ha infatti annunciato la disponibilità della versione 3.4.5 (download) per ambienti operativi Windows, Mac e Linux.

Trattasi di un’edizione della collezione di applicazioni volta principalmente alla risoluzione di bug e malfunzionamenti riscontrati sia dagli utenti che dagli stessi sviluppatori nelle ultime settimane. L’intera suite risulta dunque essere più robusta rispetto al passato, soprattutto in termini di sicurezza ed affidabilità di alcune feature. Nessuna nuova funzionalità di rilievo è invece stata introdotta: per vedere nuovi strumenti sarà necessario dunque attendere la prossima major release.

Nato come progetto indipendente con l’obiettivo di ribadire concetti che hanno rappresentato il cuore di OpenOffice, LibreOffice si è rapidamente imposto come soluzione alternativa ai principali software per l’ufficio. La bontà dell’iniziativa è stata inoltre dimostrata nel corso del 2011 dalla vittoria dei premi InfoWorld’s BOSSIE Award 2011 come Best of Open Source Software ed Open World Forum Experiment Award in qualità di Most-Popular Software. Tali traguardi hanno dunque fornito maggiori stimoli ai volontari che da oltre un anno si sono fatti carico dello sviluppo del progetto, il quale prosegue così senza alcuna sosta sotto la guida della Document Foundation.