QR code per la pagina originale

Dopo la SOPA, violata anche la PIPA dai sostenitori

,

Mentre la SOPA è stata rinviata dopo le proteste sul Web accumulate nella giornata di ieri e la PIPA perde 18 senatori, i quali hanno girato le spalle alla discussa proposta di legge statunitense, diversi senatori e un membro del Congresso statunitense sono stati sorpresi nel violare le leggi sul copyright di varie immagini, le stesse leggi che stanno sostenendo con forza nel tentativo di bloccare la pirateria.

Già qualche giorno fa, il blog Vice aveva colto con le mani nel sacco Lamar Smith, ovvero colui il quale ha firmato e promosso la normativa SOPA: Smith era stato scoperto a utilizzare come sfondo del suo vecchio sito Web un’immagine tutelata da copyright. Una vicenda che ha scatenato parecchie polemiche sul Web, e che rischia di ingigantirsi anche per via del fatto che anche svariati sostenitori della PIPA sono stati sorpresi in evidente violazione della stessa normativa che stanno supportando.

Sempre il blog Vice ha infatti ricevuto diverse segnalazioni di senatori USA e membri del Congresso colti in flagrante, alcuni nomi dei quali sono stati resi noti poiché con violazione confermata da chi detiene i diritti di quel determinato copyright. Il primo della lista è Roy Blunt, senatore scoperto a utilizzare su Twitter un’immagine protetta da copyright, scattata da Walter Rowland. La moglie del fotografo, presente tra l’altro nella fotografia di cui si parla, ha commentato la vicenda con evidente amarezza:

«Wow, sono così sorpresa nel vedere che qualcuno potrebbe fare una cosa simile, particolarmente se si tratta di un senatore! È comunque più di una semplice violazione perché io sono presente nella foto e dunque è come se sostenessi le sue convinzioni. Sì, questa è una delle fotografie scattate da mio marito, un fotografo semi-professionista, e no, lui non ha dato alcuna autorizzazione [per utilizzarla, ndr]».

Alla lettura della notizia, Blur ha immediatamente sostituito l’immagine sul suo profilo Twitter ma v’è stato il tempo per catturare uno screenshot, utile a dimostrare la violazione. Non è comunque l’unico della lista ad aver utilizzato sia su Twitter che sui siti Web immagini senza permesso: si parla anche di Claire McCaskill, senatrice USA e sostenitrice della PIPA, Dennis Ross, membro del Congresso degli Stati Uniti e Sherred Brown, senatore dell’Ohio e tra coloro che sostengono con forza la normativa contro la pirateria.

Notizie su: