QR code per la pagina originale

Megaupload e Megavideo, si cerca già di riportarli online

A poche ore dalla chiusura di Megaupload, molti tentano di rilanciare il sito con nuovi domini: il rischio phishing è però alto.

,

Sebbene siano passate solamente poche ore dall’arresto del fondatore di Megaupload e Megavideo, c’è già chi avrebbe avviato le pratiche necessarie a riorganizzare le attività dei siti. Megavideo.bz è il nuovo dominio, così come indicato anche dal gruppo di hacker Anonymous, e la frase presente nella pagina principale è piuttosto chiara circa le intenzioni che si hanno: «Questo è il nuovo sito Megaupload! Stiamo lavorando per tornare nuovamente operativi».

Non è noto chi vi sia dietro l’operazione dato che gran parte del team che reggeva Megaupload è stato arrestato dall’FBI o è ricercato, ma megaupload.biz viene attualmente catalogato da Google su Chrome come sospetto caso di phishing, e viene consigliato all’utente di non procedere dopo aver restituito un errore:

Attenzione: possibile tentativo di phishing.

Il sito Web all’indirizzo megavideo.bz è stato segnalato come sito di “phishing”. I siti di phishing sono siti che inducono gli utenti a rivelare informazioni personali o finanziarie, spacciandosi spesso per istituzioni affidabili, come delle banche.

Sui social network vi è un gran clamore e sono in molti, troppi a voler un riavvio delle attività di Megaupload e Megavideo. Sebbene il noto sito di condivisione sia stato sradicato con forza dall’FBI e ogni riorganizzazione non sarà sicuramente cosa facile, il clamore del momento e l’aiuto di hacker esperti quali gli Anonymous fanno apparire fattibile tale possibilità.

Nel frattempo, sembra stiano nascendo in queste ore molti domini che tentano di rendersi protagonisti del rilancio di Megaupload, ma attenzione poiché il pericolo phishing è dietro l’angolo. Il dominio http://109.236.83.66/ è però indicato da molti come quello più concreto.

Notizie su: