QR code per la pagina originale

Windows Phone: una licenza costa fino a 31 dollari

Il costo di una licenza sarebbe compreso tra 23 e 31 dollari, ma Nokia riceverebbe un trattamento privilegiato.

,

I produttori di smartphone con sistema operativo Windows Phone versano nella casse di Microsoft una somma compresa tra 23 e 31 dollari per l’acquisto della licenza. Queste cifre sono state svelate da un dirigente di ZTE, al quale è stato chiesto perché Tania, il terminale dell’azienda cinese in vendita in Inghilterra, ha un prezzo così elevato. Sembrerebbe che Microsoft adotti una politica diversa in base al “livello” del produttore.

ZTE è molto popolare in Cina, ma poco conosciuta in occidente, pertanto Microsoft avrebbe chiesto oltre 23 dollari per la licenza di Windows Phone. La somma versata da produttori di fascia alta, come HTC e Samsung, sarebbe compresa tra 15 e 20 dollari. Si tratta in pratica della stessa politica di prezzi adottata per Windows. Il condizionale comunque è d’obbligo in quanto l’azienda di Redmond non ha fornito finora nessuna informazione al riguardo e, probabilmente, non lo farà mai.

Nokia ovviamente dovrebbe essere l’azienda più privilegiata, in quanto garantisce il maggior numero di vendite in tutto il mondo. Non a caso, Microsoft ha iniziato ad investire milioni di dollari in pubblicità solo dopo aver sottoscritto la partnership con il produttore finlandese. Secondo le stime di Morgan Stanley, solo Nokia venderà oltre 100 milioni di Windows Phone in due anni.

A questo punto però sorge spontanea una domanda: se Microsoft vuole aumentare la sua quota di mercato, perché chiede cifre così alte ai produttori? Per incrementare le vendite potrebbe ridurre il costo della licenza, considerando anche che incassa milioni di dollari dai brevetti utilizzati da Android. Il sistema operativo di Google, tra l’altro, è completamente gratuito.

Notizie su: