QR code per la pagina originale

Decreto liberalizzazioni, addio al monopolio SIAE?

Il decreto liberalizzazioni del Governo Monti potrebbe mettere fine al monopolio SIAE, secondo i rumor.

SIAE

,

Dopo le recenti polemiche, rischia di sparire per sempre il monopolio SIAE. Nella bozza del decreto liberalizzazioni presentato dal governo Monti, ci sarebbe infatti una nuova regola per quanto riguarda l’attività di amministrazione dei diritti connessi al diritto d’autore, la quale adesso sarebbe libera, e dunque non più appannaggio esclusivo della SIAE.

Riporta l’edizione online del quotidiano “La Repubblica”:

L’attività di amministrazione e intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore di cui alla legge 22 aprile 1941, n.633, in qualunque forma attuata, è libera. È quanto si legge nella bozza del decreto liberalizzazioni.

In sostanza, se quanto scritto venisse effettivamente confermato, da ora in avanti chiunque produca materiale protetto da diritto d’autore, in questo caso video, musica o altri di stampo multimediale, può anche scegliere di rivolgersi ad altre società per la riscossione dei diritti: attualmente solo la SIAE può adoperare questo compito.

C’è chi precisa comunque che una soluzione del genere non riguarderebbe la SIAE, ma esclusivamente SCF/Nuovo IMAIE. La situazione dunque non appare ancora chiara e sarà risolta solo nelle prossime ore, quando il governo Monti illustrerà il piano di liberalizzazioni al completo e si potrà dunque capire se sono previste rivoluzioni anche in questo senso. Di certo, un eventuale fine del monopolio SIAE sarebbe un grandissimo cambiamento nel territorio italiano.

Notizie su: