QR code per la pagina originale

Windows 8 semplifica la gestione delle connessioni wireless

Windows 8 permette una migliore gestione delle connessioni mobile ed elimina la necessità di installare i driver.

,

Con un post pubblicato sul blog Building Windows 8, Microsoft ha illustrato tutte le novità relative alle connessioni wireless che sono state integrate nel prossimo sistema operativo. Gli utenti non saranno più obbligati a scaricare ed installare driver diversi per ogni dispositivo, e la gestione delle reti WiFi e 3G sarà effettuata attraverso un unico pannello di controllo.

Gli utenti sono abituati a rimanere sempre online grazie agli smartphone che possono utilizzare le reti 3G/4G e WiFi. Microsoft ha voluto quindi portare la stessa esperienza d’uso in Windows 8, con particolare attenzione alla cosiddetta “banda larga mobile”. In Windows 7 è necessario collegare il dongle USB al PC, scaricare i driver del dispositivo e installare il software dell’operatore telefonico. In Windows 8, invece, sono stati integrati i driver di tutti i dispositivi, che verranno aggiornati tramite Windows Update, per cui l’utente potrà subito iniziare a navigare su Internet.

Windows 8 permetterà la gestione unificata delle connessioni, raggruppando in una sola schermata le impostazioni relative alle reti WiFi, 3G/4G e Bluetooth. In pratica, sui tablet e sui notebook l’utente ritroverà le stesse funzioni presenti sugli smartphone, inclusa l’opzione “Modalità aereo” che disattiva tutte le connessioni. Windows 8 però è più “intelligente”, dato che si adeguerà alle preferenze dell’utente. Nel caso in cui siano disponibili più tipologie di reti, verrà data precedenza alla rete WiFi, solitamente più veloce, con una minore latenza e, spesso, gratuita. La connessione mobile verrà automaticamente disattivata, consentendo anche una durata maggiore della batteria. Windows 8 conserverà una lista ordinata di reti preferite, in base alle azioni di connessione e disconnessione; inoltre, il collegamento alla rete WiFi sarà ripristinata in meno di un secondo dall’uscita dallo standby del computer.

Quando l’utente effettua il collegamento alla rete mobile, nella sezione “Networks” verrà indicato il nome e il logo dell’operatore telefonico (ricavato dal database APN), lo stato della connessione e verrà automaticamente eseguito il download dell’applicazione dell’operatore dal Windows Store. Quest’ultima viene utilizzata per visualizzare informazioni dettagliate sul piano dati, tra cui i MB consumati in un mese (anche sulla live tile corrispondente), per pagare la fattura e gestire l’account.

Un altra novità di Windows 8 riguarda il famoso “bill shock“, ovvero lo shock ricevuto quanto si legge la fattura mensile. Se infatti viene superato il tetto giornaliero o mensile, l’operatore può bloccare la connessione, ridurre la velocità di navigazione o addebitare un costo per ogni KB o MB aggiuntivo. Windows 8 quindi disattiverà il download automatico degli aggiornamenti (ad eccezione delle patch critiche) e mostrerà un popup sullo Start screen quando l’utente di avvicina al limite di consumo mensile. Informazioni più dettagliate sulla durata della connessione e sui MB consumati possono essere letti nel nuovo Task Manager.

Notizie su: