QR code per la pagina originale

Il Web non è nato in Svizzera, ma in Francia

Clamorosa correzione storico-geografica: Tim Berners-Lee inventò il World Wide Web nei laboratori del CERN sul confine franco-svizzero.

,

A volte i dettagli geografici cambiano la Storia, basti pensare alle infinite diatribe sulle conquiste delle vette o le scoperte degli esploratori. Vale anche per il World Wide Web, se a tanti anni di distanza la semplice puntigliosità di David Galbraith, architetto ed esperto di Internet (è co-fondatore di Yelp) ha clamorosamente modificato una delle nostre certezze: che il Web fosse nato in Svizzera.

È bastato visitare il luogo dove molti anni fa Sir Tim Berners-Lee inventò il Web, cioè il CERN di Ginevra, e mapparlo confrontandolo con la vista satelittare per scoprire che l’edificio 31 dove effettivamente nacque Internet è collocato, come tutto il resto, sul confine franco-svizzero, ma in questo caso dalla parte dei galli. Giusto per aumentare la confusione, Galbraith tiene a precisare (per modo di dire) che il CERN ha l’ingresso principale in Svizzera, così come la targa commemorativa sull’invenzione di Berners-Lee, il quale tuttavia aveva casa in Francia anche se si trasferì in Svizzera proprio nei mesi di lavoro che hanno partorito il World Wide Web.

Insomma, secondo Galbraith è meglio sostenere che Internet non ha una patria:

Anche se, a rigor di termini, la Francia è la culla del web sarebbe giusto dire che è nato nella costruzione 31 al CERN, ma non in un paese particolare. Quanto è deliziosamente appropriato per un’invenzione che ha rotto i confini fisici…

Può sembrare una stramberia poco sensata, ma in effetti la storiografia ha bisogno di elementi certi e di luoghi riscontrabili: paradossalmente, spendiamo molto denaro per conservare la memoria di luoghi e scoperte assai meno dirompenti del Web. Inoltre, la conoscenza va sempre valorizzata e celebrata, quindi sapere che girando per i corridoi del CERN non si ha un’idea precisa di cosa accadde e dove è certamente un’annotazione interessante.

A riprova di questo, Tim Berners-Lee ha risposto volentieri alle curiosità di Galbraith sforzandosi di ricordare dov’era nel settembre del 1990 quando cominciò a scrivere il codice di quello che sarebbe diventato un iper-luogo senza precedenti nella storia dell’umanità. In ogni caso, la relativa voce su Wikipedia non ha forse bisogno di modifiche.

Fonte: David Galbraith • Notizie su: