QR code per la pagina originale

RIM, niente Android: BlackBerry è migliore

RIM crede ancora nella piattaforma BlackBerry, ritenuta migliore di Android. Sarà sufficiente solo qualche cambiamento strutturale.

,

La recente nomina di Thorsten Heins come nuovo CEO dell’azienda canadese ha scatenato le prime reazioni negative da parte dell’industria, come dimostra la tiepida accoglienza dei mercati azionari. In una lunga intervista al sito Crackberry, Heins ha voluto chiarire i suoi recenti commenti rilasciati sulla strategia futura di RIM.

Poco dopo la sua nomina, il CEO aveva dichiarato che l’azienda non ha bisogno di cambiamenti drastici, parole che hanno fatto pensare a un mantenimento dello status quo, ovvero la continuazione del percorso avviato dai suoi predecessori Jim Balsillie e Mike Lazaridis. Heins ha ora specificato che RIM non ha bisogno di una revisione generale, ma solo di qualche modifica strutturale:

Se continuiamo a fare bene quello che stiamo facendo, potremo essere tra i primi tre produttori mobile del mondo nei prossimi anni. RIM ha la forza e gli asset necessari per avere successo in questo mercato.

Dunque niente divisione in piccole parti o vendita a un’altra azienda, ma diversi cambiamenti, tra cui l’adozione di QNX sui prossimi dispositivi. Durante l’intervista, Heins ha rigettato l’idea che RIM dovrebbe occuparsi esclusivamente di hardware e scegliere un’altra piattaforma software, ad esempio Android:

Basta dare un’occhiata ai recenti annunci dei produttori Android e vi renderete subito conto che non c’è spazio per la differenziazione, perché sono tutti uguali.

Secondo il CEO, la piattaforma BlackBerry rappresenta una garanzia per la differenziazione e una piccola ristrutturazione aziendale permetterà a RIM di ritornare ai fasti del passato.

Notizie su: ,