QR code per la pagina originale

Notebook e Kinect, matrimonio che s’ha da fare

Kinect pronto a sbarcare anche su notebook: Microsoft presenta i primi prototipi con Windows 8 in partnership con ASUS.

,

Il progetto di espansione di Kinect, la periferica per il gaming free-controller lanciata su Xbox 360 e capace di vendere oltre 18 milioni di unità in tutto il mondo, continua. A ridosso del debutto ufficiale su PC, tramite una versione specificatamente pensata per il mercato informatico, più costosa e non compatibile con la console da salotto, The Daily riporta di aver visionato in anteprima due prototipi di notebook ASUS completi del celebre sensore.

Il passo successivo di Microsoft per portare Kinect nelle case di tutto il mondo sembra seguire un percorso naturale. Console, PC e notebook. Esattamente in quest’ordine, a testimonianza che la filosofia Kinect è stata pensata per andare oltre la semplice offerta di un metodo alternativo per interagire con i videogiochi, ma è anche un tentativo di rivoluzionare l’industria dei personal computer. La scelta di ASUS come partner per tentare l’azzardo portatile non è casuale: il colosso taiwanese ha già lanciato un sistema simile sfruttante la medesima tecnologia PrimeSense utilizzata per Kinect.

I due notebook, come è facile immaginare, presentavano i sensori Kinect all’interno della cornice sulla parte superiore del display, nell’allocazione ove viene solitamente sistemata la webcam. La parte inferiore del dispositivo presentava invece dei LED, probabilmente indicanti lo stato di accensione della periferica. Nel corso della prova, è stata mostrata anche una delle funzioni con le quali Kinect andrà a interfacciarsi direttamente con Windows 8: il riconoscimento facciale dell’utente, di cui si è parlato spesso anche in passato, in modo da eliminare la consueta password.

Microsoft non smentisce, anzi conferma l’esistenza dei prototipi. A questo punto bisogna solo attendere la presentazione ufficiale e la commercializzazione dei primi notebook completi di Kinect. Non serviranno ovviamente solo per il gaming, ma l’implementazione dei sensori potrebbe permettere un utilizzo più veloce e immediato del proprio PC, tramite dei gesti volti ad esempio a selezionare un programma, aumentare o abbassare il volume dell’audio e molto altro ancora. Se su Xbox 360 ha già raggiunto piena maturazione, Kinect nella vita di tutti i giorni è ancora all’alba delle sue potenzialità.

Fonte: The Daily • Via: Digital.it • Notizie su: