QR code per la pagina originale

iTV OLED, Samsung e LG bloccano i pannelli

Apple avrebbe ricevuto il diniego da Samsung e LG per l'utilizzo di pannelli OLED in iTV.

,

Continuano imperterriti i rumor su iTV, la televisione multimediale e rivoluzionaria che Apple potrebbe lanciare entro la fine dell’anno. Di soli pochi giorni fa la notizia delle prime contrattazioni per la produzione di pannelli LED, oggi arriva invece un particolare diniego da parte di Samsung e LG. Le due società, infatti, avrebbero rifiutato la produzione di schermi OLED per Cupertino.

A darne notizia è il sempre informatissimo DigiTimes che, grazie alle sue fonti asiatiche immerse dei distretti produttivi di tutti gli iDevice, avrebbe scovato questo scoop:

«Si riporta come Apple abbia cercato pannelli IGZO da Sharp per la produzione di iTV, dato che Samsung Electronics e LG Electronics, che hanno già svelato i loro modelli da 55 pollici Super OLED e AMOLED al CES, credono che le televisioni OLED saranno il prodotto trainante del 2012 e, per questo, le due aziende coreane non vorrebbero condividere le loro capacità produttive con Apple. Nonostante Sharp sia in grado di produrre pannelli da 32, 46 e anche 55 pollici, l’azienda giapponese non sembra essere pronta alla spedizione di pannelli IGZO per iTV. Inoltre, la resa effettiva dei pannelli IGZO è una delle maggiori preoccupazioni.»

La scelta delle due società coreane, Samsung in particolare, appare ampiamente giustificata dagli investimenti di questi anni proprio in tecnologia OLED, tanto da diventare uno dei propri cavalli di punta per smartphone, tablet e altri device. Appare comprensibile, perciò, che l’azienda non si voglia privare di questo piccolo vantaggio competitivo. Allo stesso tempo, così come sottolinea Cult Of Mac, la notizia rischia di essere poco verosimile: Apple non ha mai adottato il sistema OLED nei propri iDevice nemmeno quando ne ha avuto la piena possibilità, preferendo pannelli LCD IPS. La motivazione è sempre stata quella di una tecnologia non sufficientemente matura per le esigenze di Cupertino, perché cambiare idea proprio ora?

Notizie su: