QR code per la pagina originale

Siri, ecco perché non arriva su iPhone 4

Il nuovo chip A5 di iPhone 4S comprende una tecnologia anti-rumore utile per il funzionamento di Siri. Ecco perché l'assistente vocale non arriva sugli iPhone precedenti.

,

Siri, il software di comando vocale lanciato con iPhone 4S, continua a essere l’oggetto del desiderio di tutti i fan Apple sprovvisti dell’ultimo melafonino. A quanto pare, però, la sua assenza sui device meno recenti, come iPhone 4, è una semplice ragione tecnica legata al chip A5 installato su 4S, che includerebbe una tecnologia speciale assente nelle precedenti versioni.

Qualche giorno fa, Audience ha infatti svelato i dettagli della partnership stipulata con Apple circa la produzione dei processori A5 in modo da poter presentare i documenti per l’offerta pubblica iniziale delle proprie azioni. Si scopre che il chip incluso nei modelli di iPhone 4S è leggermente più grande e differente rispetto i predecessori, poiché include una speciale tecnologia sotto forma di ulteriore mini-chip chiamata EarSmart che permette di digitalizzare i suoni esterni e ridurre al minimo i rumori di sottofondo e le voci secondarie.

Un dettaglio che di fatto spiega molte cose. Grazie a EarSmart, il dispositivo è infatti in grado di apprendere il parlato dell’utente anche in condizioni di forte rumorosità e nel caso in cui la bocca dello stesso sia lontana dal microfono.

Una tecnologia che, si comprende, si sposa alla perfezione con le funzionalità di Siri e che di conseguenza rende difficile qualsiasi porting non ufficiale dell’assistente vocale sugli iPhone precedenti, poiché sprovvisti appunto del chip EarSmart. Per questo, è lecito supporre a questo punto che un update ufficiale in tal senso per iPhone 4 o modelli precedenti diventi sempre più utopia.