QR code per la pagina originale

Volunia, luci e ombre del motore di ricerca social italiano

,

Volunia, il nuovo progetto di un motore di ricerca social tutto italiano è partito oramai da due giorni ed è venuto il momento di tirare un po’ le somme e vedere com’è stato accolto questo nuovo progetto. Sfortunatamente l’accesso al nuovo motore di ricerca è limitato solo ad alcuni fortunati, ma tanto basta per avere un quadro abbastanza chiaro della situazione. Citiamo per esempio l’esperienza di Webnews che ha avuto la possibilità di testare con mano il nuovo motore di ricerca.

Come riportato da Webnews, il primo contatto con la creatura di Massimo Marchiori è stato quanto meno disarmante.

L’aspetto sociale di Volunia, che rappresenta forse la maggiore novità di questo particolare motore di ricerca, è un po’ caotico. Se il fine del progetto è mettere in contatto gli utenti tra loro, non si capisce perché non sia possibile importare da subito gli amici dei social network. Una lacuna che probabilmente verrà colmata con il tempo, ma al momento siamo costretti a ritrovare i nostri contatti manualmente utilizzando il motore di ricerca con l’opzione “Persone“.

Anche l’interfaccia grafica di Volunia non è al momento particolarmente curata, ma questo dipende anche dal fatto che al momento siamo in una fase di testing del progetto e dunque molto si dovrà fare in termini di grafica ed esperienza d’uso.

Altro elemento di novità, la famosa mappa dei siti che ci permetterebbe di visualizzare la struttura del sito come se fosse una vera e propria mappa geografica. Webnews sottolinea come questa possibilità sia interessante, tuttavia anche qui l’interfaccia grafica non è delle migliori. Questa mappa assomiglia tanto, citiamo l’articolo, alla rappresentazione grafica di FarmeVille.

Ma Volunia è anche soprattutto un motore di ricerca ed è proprio qui che emergono le maggiori lacune. Attualmente il motore di ricerca indicizza poco più dell’1% dei siti internet mondiali e questo significa che spesso le nostre ricerche potranno andare a vuoto. Questo aspetto è comunque abbastanza normale visto che ci vuole molto tempo prima di poter indicizzare tutti i siti Internet della rete, tuttavia l’esperienza d’uso in tal senso per l’utente finale al momento è abbastanza deludente.

In definitiva Volunia è sicuramente un progetto degno di nota che va seguito con attenzione, ma è anche un progetto che deve fare ancora molta strada prima di poter raggiungere un minimo di maturità.

Notizie su: