QR code per la pagina originale

Facebook migliora l’umore, per questo ha successo

Secondo una ricerca, Facebook migliora l'umore degli utenti poiché si sentirebbero meno soli.

,

I social network come Facebook non causano solo dipendenza, ma potrebbero avere effetti positivi sull’umore: secondo uno studio italiano coordinato da Giuseppe Riva della Cattolica di Milano, la piattaforma di Mark Zuckerberg crea un crescendo di emozioni positive che induce gli utenti a connettersi più volte al giorno. Da qui deriverebbe il successo di Facebook.

Facebook metterebbe dunque di buonumore, non solo perché interagendo con la piattaforma è possibile rimanere in contatto con amici e conoscenti, ma anche per via del fatto che fa sentire gli utenti meno soli: donerebbe pertanto la sensazione di avere sempre qualcuno al proprio fianco, scacciando via quella solitudine che affligge molti.

Soffermandosi dunque sugli aspetti psicologici legati al social network, sono stati presi in esame parametri psichici e fisici tra cui la dilatazione del volume del polso al passaggio del sangue, l’elettroencefalogramma, elettromiografia, controllo dell’attività respiratoria in trenta soggetti esposti per tre minuti alla visione del proprio account su Facebook, a una condizione di stress e a una presentazione di paesaggi naturali.

Ciò che è emerso in base alla ricerca condotta da Giuseppe Riva è relativo al fatto che l’esperienza che offre Facebook riuscirebbe a scacciar via lo stress e ad aiutare l’utente a rilassarsi. Attraverso la rete sociale sarebbe possibile infatti innescare un processo naturale di relax che porta a un abbassamento della frequenza cardiaca e a più bassi livelli di stress e tensione.

Sottolinea il ricercatore come «il successo dei siti di social networking potrebbe essere associato a uno specifico stato affettivo positivo sperimentato dagli utenti quando utilizzano il proprio account». Tuttavia, è da tempo che si punta il dito contro piattaforme sociali come questa poiché si dice riducano la capacità di concentrarsi e di socializzare al di fuori delle mura virtuali. Quale sarà la verità?

Notizie su: