QR code per la pagina originale

San Valentino, il doodle innamorato

San Valentino, la festa degli innamorati, festeggiata da Google con un doodle animato sul motore di ricerca.

,

San Valentino viene festeggiato oggi con un doodle animato che campeggia sulla pagina principale di Google. Il motore di ricerca, come sempre accade in occasione di una festività o di un anniversario importante, addobba il proprio logo a tema, a volte con un’immagine statica e altre con vere e proprie animazioni interattive, come in questo caso.

Un click sul doodle ed ecco che inizia la riproduzione del brano “Cold cold heart” di Tony Bennett (live in streaming a fondo news), sottofondo perfetto per la storia a lieto fine che prende vita sull’homepage di bigG. Che San Valentino sia oggigiorno ricordato come la festa degli innamorati è noto a tutti, ma da dove ha origine la festività? E chi era in realtà il santo celebrato oggi sul calendario?

Come sempre accade con la pubblicazione di un doodle, approfittiamo dell’occasione per un breve ripasso. San Valentino, o Valentino da Terni, è stato un vescovo e martire cristiano, vissuto tra il secondo e il terzo secolo. Venne consacrato vescovo di Terni all’età di soli 21 anni e trovò la morte dopo aver rifiutato di rinnegare la propria fede il 14 febbraio 273, decapitato per ordine dell’imperatore Claudio II il Gotico.

San Valentino è oggi considerato il patrono degli innamorati per aver celebrato il matrimonio tra una giovane donna cristiana e un legionario pagano. Tuttavia, non esiste testimonianza certa di quanto accaduto, tanto che in molti attribuiscono il fatto a un altro sacerdote romano, anch’egli giustiziato nello stesso periodo.

Notizie su: ,