QR code per la pagina originale

Microsoft, musica per Xbox e Windows Phone?

Microsoft starebbe lavorando a un nuovo servizio musicale che potrebbe sostituire l'attuale Zune dedicato agli utenti Xbox LIVE e Windows Phone.

,

Microsoft si starebbe preparando per il lancio di un servizio musicale proprietario sulla scia di iTunes destinato principalmente a dispositivi come Windows Phone o console casalinghe del marchio Xbox. L’indiscrezione è lanciata in esclusiva da CNET, ove si afferma che il colosso di Redmond sia addirittura già entrato in contatto con diverse major musicali in modo da stringere accordi di partnership per la nuova piattaforma. Viene da chiedersi a questo punto che fine farebbe quella attuale, mai decollata in quanto schiacciata dalla imponente presenza di iTunes.

Microsoft Zune, il servizio musicale attualmente disponibile per gli iscritti a Xbox LIVE, potrebbe essere semplicemente sostituita dal nuovo presunto Microsoft Music, oppure quest’ultimo ne sarà la naturale evoluzione, in vista magari del futuro prossimo. Secondo quanto riportano le fonti citate da CNET, Microsoft sarebbe comunque già a buon punto e pronta a lanciare il servizio entro la fine di quest’anno, offrendo la possibilità di ascoltare tracce in diretta streaming o scaricarle direttamente sul dispositivo.

La battaglia dell’offerta musicale si fa dopotutto sempre più accesa con il passare dei mesi. Anche uno dei maggiori competitor, Google, sta lavorando per migliorare i propri servizi di musica digitale in streaming. Lo stesso sta facendo il produttore HTC, il quale ha recentemente acquisito il pacchetto azionario di maggioranza di un progetto firmato Dr. Dre per migliorare le capacità audio dei propri smartphone.

Un terreno sempre più fertile e combattuto, dove Microsoft vuole inserirsi con prepotenza, puntando forte non solo sugli oltre 40 milioni di utenti Xbox Live, ma anche sul sempre più crescente numero di possessori di Windows Phone. Un esperimento, soprattutto, con forti sinergie poiché potenzialmente spalmato tanto su desktop quanto su mobile, tanto su tablet quanto su console.

Fonte: CNET • Notizie su: ,