QR code per la pagina originale

Italia-Programmi.net: la truffa continua

La questione di Italia programmi.net è ancora aperta: nonostante la multa dell'antitrust, arrivano ancora a molti utenti le email di sollecito dei pagamenti.

,

La questione di Italia-Programmi.net non è ancora definitivamente chiusa. Se la multa comminata dall’antitrust alla società con sede alle Seychelles è stata sicuramente una vittoria dei consumatori, a molti utenti del portale continuano ad arrivare email di sollecito per i pagamenti.

Il trucco è noto: a piccolo disclaimer dovrebbe corrispondere grande attenzione, ma dato che così non è sono riusciti a costringere molti utenti ignari a ritrovarsi sottoscrittori di abbonamenti da quasi cento euro l’anno. L’azione dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato ha certamente chiarito l’illiceità del comportamento della Estesa Limited, società proprietaria di Italia-Programmi.net, ma questo iter non può impedire, al momento, che questa richieda ancora di essere pagata.

Molti utenti ricevono perciò mail dal tono vagamente minaccioso, in cui si paventano azioni legali da parte della società, ma si tratta di killeraggio psicologico e non vanno prese sul serio: è Italia-Programmi.net, infatti, a essere in grossi guai e a oggi non risulta nessuna azione della società per riscuotere il denaro non incassato. Si tratta di un banale tentativo di raggranellare ancora un po’ di soldi, nella consapevolezza che quando la storia sarà davvero finita – e c’è da chiedersi se non si sia arrivati agli estremi per oscurare il sito – chi avrà pagato avrà pagato e sarà difficile vedersi restituiti questi soldi a meno di una class action decisamente complicata.

Quindi è ribadito l’invito: non fatevi impressionare, e soprattutto non pagate.

Notizie su: