QR code per la pagina originale

Samsung Bada: si investirà di più

Samsung ha intenzione di investire maggiormente su Bada e utilizzarlo non solo sui telefoni entry level, ma anche in quelli di fascia alta.

,

Il buon successo dei dispositivi Android non sembra aver suggerito a Samsung di abbandonare Bada per prediligere la piattaforma di Google. Infatti, secondo quanto confermato dai vertici del gruppo, il sistema operativo mobile di casa vedrà ancora nuovi investimenti e rimarrà quindi centrale nelle strategie del costruttore coreano.

A parlare di Bada e del suo futuro è stato il vice presidente senior della strategia prodotto di Samsung, Juha Park, che ha spiegato come l’azienda ritenga valido Bada come piattaforma sulla quale incentrare una buona parte della gamma, tanto da pensare a una sua integrazione sia nei dispositivi entry-level che in quelli di fascia medio-alta.

Ovviamente non significa che Samsung ridimensionerà l’impegno con Android per favorire il proprio sistema operativo, ma è semplice pensare come le due piattaforme troveranno una convivenza che vedrà Bada essere una buona alternativa al software di Google sugli apparecchi del gruppo coreano.

I numeri relativi allo scorso anno confermano d’altronde come il grosso delle vendite Samsung sia stato composto da apparecchi Android, che in effetti ha avuto un ruolo non certo di secondo piano nel successo di alcuni degli smartphone prodotti dall’azienda. Allo stesso tempo va tuttavia ricordato come negli ultimi mesi Bada abbia visto un notevole rialzo della propria quota, che è passata dai due milioni di pezzi venduti nel 2010 ai quasi nove milioni registrati nel 2011.

Le tendenze al rialzo potrebbero quindi essere mantenute anche nel prossimo futuro, soprattutto in vista del fatto che Samsung ha intenzione di contribuire allo sviluppo della piattaforma con nuovi e consistenti investimenti che faranno di Bada una sempre più valida alternativa ad Android sul mercato della telefonia mobile.