QR code per la pagina originale

Bing Maps, SDK per Windows 8

Microsoft ha annunciato l'arrivo di un SDK dedicato a Bing Maps per Windows 8, permettendo di integrare le mappe in applicazioni di terzi.

,

Il servizio Bing Maps offerto da Microsoft avrà un ruolo di primo piano nell’economia del sistema operativo Windows 8, di cui l’azienda di Redmond ha recentemente reso disponibile la Consumer Preview. La dimostrazione, oltre che dalla disponibilità di un’apposita applicazione nativa all’interno di tale edizione sperimentale della piattaforma, giunge dall’annuncio ufficiale di un apposito SDK con il quale sarà possibile integrare le mappe messe a disposizione da Microsoft all’interno delle proprie app.

Tale SDK offrirà piena compatibilità con tutti i linguaggi di programmazione supportati dalla tecnologia Metro, quali ad esempio C#, C++ oppure VisualBasic. Una serie di strumenti realizzati dagli ingegneri della società consentiranno dunque di includere all’interno dei propri software le mappe disponibili online grazie ai server di Redmond, riducendo tuttavia al minimo le operazioni di download via Internet grazie all’utilizzo delle risorse a disposizione del computer sul quale viene eseguita un’applicazione integrata com Bing Maps.

Trattasi tuttavia di un’edizione ancora sperimentale dell’SDK, il quale fornisce al momento soltanto alcune delle feature che saranno incluse nella versione finale. Al momento risulta essere possibile ottenere il tragitto più breve tra due punti su di una mappa, ricevere informazioni sul traffico ed accedere alle modalità di visualizzazione aerea e ravvicinata per incrementare il livello di dettaglio delle immagini visualizzate. Non mancano poi le novità relative a JavaScript, permettendo a tutti coloro che preferiscono tale linguaggio per lo sviluppo di app di sfruttare i servizi offerti da Microsoft.

La parola d’ordine nello sviluppo di Windows 8, insomma, è integrazione, come dimostrato dai numerosi interventi messi in atto dagli sviluppatori assoldati dall’azienda al fine di fornire maggiore compatibilità tra i vari prodotti offerti. L’obiettivo del gruppo è quindi quello di creare un ecosistema nel quale tutti i servizi più importanti possano cooperare, mettendo a disposizione degli utenti prodotti sempre migliori grazie a tale approccio.

Fonte
Commenta e partecipa alle discussioni