QR code per la pagina originale

Apple e Android, accordo sul fronte brevetti?

Apple vorrebbe proporre a Samsung e Motorola un accordo per concedere in licenza alcuni suoi brevetti da utilizzare su smartphone Android.

,

Apple, Samsung e Motorola sono da sempre rivali sia sul fronte smartphone e tablet che in campo legale, ma giunge notizia che le cose potrebbero leggermente cambiare: Tim Cook, CEO di Cupertino, avrebbe deciso di siglare un accordo con i due produttori concorrenti per la concessione in licenza di alcuni brevetti registrati dalla propria azienda.

iOS, per una volta, potrebbe dunque allearsi con mondo Android, sebbene in campo brevettuale. Nonostante infatti sia ormai più che nota l’avversione di Steve Jobs per il sistema operativo mobile di Google, la situazione sarebbe ora leggermente cambiata con l’entrata in scena di Tim Cook ai vertici di Apple, dopo la scomparsa dell’ex iCEO. L’accordo di cui si parla potrebbe permettere vantaggi sia a Motorola e Samsung che ad Apple.

Nello specifico, Apple vorrebbe trovare una soluzione ai problemi che vedono continuamente contrapposte le due aziende concorrenti operanti nell’ecosistema Android: nel tentativo di ridurre le numerose cause legali ancora in corso, Tim Cook desidererebbe un punto in comune sul fronte brevettuale: la richiesta di Cupertino oscillerebbe tra i 5 e i 15 dollari per dispositivo immesso sul mercato, oppure fra l’1 e il 2,5% dei ricavi provenienti dalla vendita di un singolo dispositivo Android.

Con cifre del genere appare però piuttosto probabile che Samsung e Motorola rifiutino l’offerta, pertanto si tratta di una situazione che potrebbe non procedere come voluto da Cupertino. I produttori del mondo Android pagano inoltre già a Microsoft le licenze e dunque, se si verificasse la medesima situazione anche con Apple, potrebbe non essere più molto redditizio realizzare un device con il robottino verde. Motorola è stata acquisita da Google e quindi non avrebbe scelta, mentre Samsung potrebbe anche decidere di affidarsi quasi esclusivamente a Bada o Windows Phone.

Notizie su: