QR code per la pagina originale

Agenzia delle Entrate avverte: attenti alla truffa

Una truffa a falso nome dell'Agenzia delle Entrate minaccia gli utenti italiani: è un caso di phishing.

,

Una truffa circola in queste ore sul Web italiano sfruttando illecitamente il nome dell’Agenzia delle Entrate: bisogna assolutamente diffidare dalle email che moltissimi utenti stanno ricevendo in queste ore a nome dell’agenzia poiché si tratta di un tentativo di phishing, ovvero una vera e propria attività illegale.

È l’Agenzia delle Entrate stessa a avvertire i netizen di tutta Italia della truffa in corso: evitare l’apertura di messaggi di posta elettronica che promettono falsi rimborsi fiscali. I cracker puntano sui rimborsi e sul nome dell’agenzia per colpire gli utenti e ottenere dati personali da sfruttare in diverso modo; trattasi dunque di un attacco alla nostra sicurezza, da scongiurare semplicemente evitando di aprire le email.

L’oggetto della notifica di tali email è “Notifica di rimborsi fiscali“, il mittente (falso) è “Agenzia delle Entrate”. Aprendola, il ricevente viene invitato a compilare un modulo che farebbe ottenere il rimborso promesso, ma chiaramente non è così. Attenzione soprattutto a non inserire, qualora foste già caduti nella truffa, il numero della carta di credito.

Cancellate l’email ed evitate di aprire l’allegato. Come comunicato dall’Agenzia delle Entrate stessa:

Questa comunicazione è un tentativo di phishing, una truffa informatica attuata con lo scopo di ottenere illecitamente dati personali. Si invita chiunque dovesse ricevere questo messaggio di posta elettronica a eliminarlo e a non aprire il suo allegato, in quanto potenzialmente pericoloso.

«In nessun caso», ricorda il comunicato diramato, «l’Agenzia richiede informazioni sulle carte di credito»: un avvertimento per il futuro, anche quando questo rischio phishing sarà scongiurato. Chi di voi ha già ricevuto l’email in questione?

Notizie su: