QR code per la pagina originale

Windows Store, regole per utenti e sviluppatori

Windows Store, ecco le regole: periodi di prova gratuiti, contenuti extra, abbonamenti e limitazioni specifiche per utenti e sviluppatori.

,

Il nuovo Windows Store sarà una delle caratteristiche principali, se non addirittura il perno principale assieme all’interfaccia Metro, del nuovo Windows 8. Come ha già potuto ammirare chi ha deciso di provare in anteprima il sistema operativo tramite la Consumer Preview, il Windows Store rimarca alla perfezione quanto realizzato dai concorrenti principali su questo campo, dando la possibilità all’utente di acquistare applicazioni specifiche da legare al proprio account in modo che possano essere utilizzate non solo su PC, ma anche su smartphone e tablet che operano su Windows 8.

Sul blog ufficiale Windows Store dedicato agli sviluppatori, Microsoft ha tracciato alcune linee guida che spiegano come questi possono e devono comportarsi nei confronti dell’utenza. Nonostante tutte le applicazioni nella Consumer Preview siano gratuite, il colosso di Redmond chiede agli utenti di creare o accedere con il proprio account. Il perché è da ricercarsi nella gestione delle licenze per le app memorizzate su Windows Store che vengono registrate all’account relativo con cui viene effettuato l’acquisto. In questo modo in futuro sarà più semplice riscaricare un determinato software già comprato, selezionandolo nella propria cronologia acquisti.

Esempio di contenuti extra a pagamento per un'applicazione.

I developer possono concedere inoltre dei periodi di prova gratuiti per le app a pagamento, variabili da 1 a 30 giorni, o definitivi seppur con alcune funzioni limitate concesse a chi deciderà di acquistare l’applicazione al completo. Potranno essere acquistati anche contenuti extra all’interno delle stesse applicazioni, come dei brani aggiuntivi per un software che simula la tastiera di un pianoforte. Per questi contenuti è prevista anche la stipula possibile di un abbonamento, ma gli sviluppatori non potranno mai addebitare automaticamente il rinnovo alla sua scadenza e sarà sempre il consumatore a decidere in tal senso.

Infine, tutte le applicazioni saranno sempre aggiornate su Windows 8 in maniera automatica senza “disturbare” l’utente (naturalmente possono essere fatte distinzioni se il caso lo necessita). Per quanto riguarda le limitazioni, sarà possibile installare una determinata applicazione su un massimo di cinque PC differenti con lo stesso account.

La finestra delle impostazioni account utente Windows Store.