QR code per la pagina originale

Firefox, riepilogo del 2011 e piani per il 2012

Mozilla ha riassunto le funzionalità introdotte nel corso del 2011 e anticipato le novità che verranno introdotte nelle prossime release di Firefox.

,

Firefox 11 è stato rilasciato da poche ore e, per l’occasione, Mozilla ha voluto riassumere brevemente i progressi compiuti nel corso del 2011 e annunciare i futuri piani per l’anno in corso. L’intenzione dell’azienda è dare meno importanza al numero di versione e mettere in primo piano l’esperienza d’uso da parte dell’utente.

Il 2011 è stato un anno di grandi cambiamenti per Firefox, sopratutto in relazione al rilascio degli aggiornamenti diventato più frequente. Mozilla ha scelto di distribuire una versione ogni sei settimane, in modo da introdurre nuove funzionalità e correggere le vulnerabilità; inoltre, è stato introdotto il canale Firefox Aurora per gli sviluppatori che si aggiunge ai precedenti Firefox Beta e Firefox Nightly.

Per quanto riguarda le prestazioni, l’ultima versione del 2011 è risultata 7 volte più veloce di Firefox 3.6, mentre l’uso della memoria è diminuito del 50%. Sul fronte della privacy, è stata introdotta la funzionalità Do Not Track. In totale sono state effettuate 10.881 modifiche al codice di Firefox.

Per il 2012 Mozilla ha previsto tre importanti novità, alcune delle quali già presenti in Firefox 10 e 11:

  • Compatibilità add-on: per risolvere il problema della disattivazione delle estensioni, tutti gli add-on vengono marcati come compatibili a partire da Firefox 10;
  • Sincronizzazione add-on: oltre a segnalibri, cronologia, password, preferenze e schede, a partire da Firefox 11 sarà possibile sincronizzare anche i componenti aggiuntivi;
  • Aggiornamenti silenziosi: a partire da Firefox 13, gli aggiornamenti verranno scaricati e installati in background, senza intervento manuale, e ciò non influenzerà l’avvio e la chiusura del browser.

Infine, l’azienda ha elencato le principali funzionalità che verranno implementate nella piattaforma web. WebRTC, ad esempio, permetterà la comunicazione audio e video in tempo reale tra due browser. SPDY, HTTP Pipelining e HTTP Pre-connections sono invece tre tecnologie che velocizzeranno il caricamento delle pagine web. Sarà notevolmente migliorata l’integrazione delle applicazioni web in Firefox in prossimità del lancio del Mozilla Marketplace. Infine, ci sarà un aggiornamento delle API per consentire l’utilizzo del mouse come controller durante l’esecuzione di giochi a pieno schermo.

Commenta e partecipa alle discussioni