QR code per la pagina originale

OS X 10.8, la nuova Beta migliora la privacy

Apple sta distribuendo agli sviluppatori la seconda Beta di OS X 10.8, la quale migliora la gestione della privacy degli utenti dopo i problemi di iOS.

,

Lo sviluppo di OS X Mountain Lion continua nei laboratori di Cupertino, con gli ingegneri alle prese con il miglioramento di quella che sarà la prossima edizione stabile della piattaforma dedicata al mondo Mac. Nelle scorse ore gli sviluppatori aderenti al Mac Developer Program dell’azienda californiana hanno ricevuto un nuovo update relativo alla seconda Beta di OS X 10.8, la quale vede l’ingresso sulla scena di diverse novità, soprattutto per quanto concerne la privacy.

Probabilmente allarmata per quanto scoperto nelle ultime settimane, con Tim Cook che ha chiamato a rapporto il CEO di Path per esprimere di persona il proprio dissenso per quanto messo in atto dall’azienda con la propria app per iOS, Apple ha deciso di alzare il livello di protezione dei dati degli utenti anche in OS X, introducendo una nuova feature che consentirà a questi ultimi di approvare mediante un’apposita finestra di notifica l’accesso alla rubrica degli indirizzi da parte di qualsiasi applicazione installata. La sezione Privacy del pannello di amministrazione, poi, consente ora di visualizzare un elenco delle app abilitate ed eventualmente apportare modifiche alle scelte effettuate in precedenza.

Una mossa, questa, volta a far sì che non si ripeta un nuovo caso Path anche nel segmento desktop dell’azienda della mela morsicata, la quale riceverebbe di conseguenza un grave danno di immagine agli occhi dell’utenza mondiale. Le novità, però, non riguardano soltanto la privacy, bensì includono anche l’introduzione di Twitter all’interno del centro di notifica, la presenza di un pulsante per la sincronizzazione delle schede aperte in Safari con altri device mediante iCloud e, come prevedibile, la risoluzione di diversi bug riscontrati sin dal rilascio della prima versione Beta al pubblico.

OS X 10.8 Mountain Lion è atteso in versione definitiva per la prossima estate, probabilmente allo stesso prezzo (23.99 euro) di OS X Lion e sicuramente mediante il Mac App Store, portando con sé una serie di importanti novità quali iMessage, una maggiore integrazione con iCloud, un nuovo sistema per la gestione delle notifiche, uno strumento utile alla prevenzione delle infezioni derivanti da software scaricati dalla Rete e tante altre nuove feature.

Commenta e partecipa alle discussioni