QR code per la pagina originale

Il gaming si sposta sui tablet

Secondo esperti di mercato, il gaming su tablet crescerà in maniera esponenziale entro il 2016 tanto da mettere in ombra quello su smartphone e cellulari.

,

Il gaming su tablet è un fenomeno in continua crescita e tale per cui i guadagni per gli sviluppatori nel 2014 supereranno la soglia dei 3,1 miliardi di dollari. È la convinzione di alcuni esperti di mercato di Juniper Research che hanno analizzato con attenzione i mutamenti in questo segmento di mercato negli ultimi tempi, tanto evidenti da far pensare che la crescita sarà continua e prepotente anche nei prossimi due anni.

Nel 2011, il giro di affari generato dai videogiochi pensati per tablet si aggirava attorno ai 491 milioni di dollari. Nel 2014 si supererà il muro dei 3,1 miliardi. Un aumento netto merito soprattutto dei display sempre più ampi ed a maggior risoluzione dei tablet di ultima generazione, oltre a capacità computazionali tanto importanti da metterli quasi in pari con le console HD attualmente attive sul mercato dei videogiochi quali PlayStation 3 e Xbox 360.

Basti pensare alla piattaforma Tegra 3 di NVIDIA, ma anche al processore A5X introdotto da Apple con il nuovo iPad: passi avanti fondamentali che potrebbero rivelarsi fondamentali proprio in modo particolare per tutto quel che concerne il gaming. L’azienda è convinta che la qualità e la complessità dei giochi su tavolette cresceranno in maniera direttamente proporzionale con le potenzialità tecniche offerte, e anche i più appassionati, quelli che un tempo avrebbero guardato con estremo sospetto ai tablet come dispositivi per giocare, cambieranno idea.

Gli stessi device peraltro stanno crescendo anche dal punto di vista della praticità: basti pensare ai tablet che permettono di collegarsi a una TV HD tramite HDMI e di associare un qualsiasi pad per console in modo da cominciare a giocare nella maniera più classica possibile. La relazione fornita da Juniper Research sostiene peraltro che i proprietari di tavolette hanno in genere un reddito disponibile più alto rispetto a chi preferisce dotarsi di uno smartphone e quindi sono più inclini ad acquistare giochi ed oggetti correlati, specialmente se di buona fattura.

La crescita del segmento gaming su tablet, conclude Juniper, dimezzerà le entrate dai giochi mobile per smartphone e cellulari entro il 2016 tanto che un terzo dell’intero settore sarà alimentato proprio dai ricavi generati dai titoli realizzati appositamente per device come l’iPad.

Fonte: Gamasutra • Notizie su: