QR code per la pagina originale

Nuovo iPad si scalda quanto i tablet Android

Nuovo iPad: non c'è nessun scandalo surriscaldamento, il device ha temperature simili al Samsung Galaxy Tab e all'Asus Transformer Prime.

,

Nuovo iPad si surriscalda, scotta, rischia l’esplosione? Niente di tutto questo. Come facile immaginare dalle prime proteste apparse in Rete, il clamore sul calore del tablet Apple si è rivelato un fuoco di paglia, una preoccupazione immotivata di qualche utente fin troppo ansioso. Arrivano oggi i test effettivi sulle temperature raggiunte dal device, che dimostrano come il nuovo iPad sia a volte addirittura meno caldo di alcuni concorrenti Android.

Non ne saranno molto felici gli appassionati del sistema operativo di Google, che negli scorsi giorni hanno letteralmente invaso ogni sito tematico dedicato alla Mela con commenti negativi – e spesso tranchant – sul calore generato dal nuovo iPad. Ma PcWorld, una testata non propriamente orientata ad Apple, ha eliminato ogni sospetto.

Gli esperti di PcWorld hanno condotto un test di confronto tra iPad 2, nuovo iPad, Asus Eee Pad Transformer Prime e Samsung Galaxy Tab 10.1, scoprendo come l’ultimo iPad sia perfettamente in linea con i prodotti della concorrenza.

L’esperimento ha voluto analizzare le temperature in diverse zone dei dispositivi in altrettante diverse situazioni: in idle con alimentatore collegato, in idle con batteria, dopo un’ora di utilizzo di un gioco intensivo. Durante l’uso intenso con device collegato alla rete elettrica, è sfortunatamente il nuovo iPad a scaldarsi maggiormente, ma si tratta di una temperatura tuttavia non preoccupante: circa 37 gradi. Ma nei giochi impegnativi via batteria, i task intensi mettono più a dura prova il Samsung Galaxy Tab, con circa 36 gradi, nonostante il nuovo iPad disponga di una batteria dalla potenza doppia.

La tabella, riportata in apertura con tutte le rilevazioni di nuovo iPad, rimanda quindi una realtà non preoccupante. È vero che il nuovo iPad tende a scaldarsi lievemente più della concorrenza, ma le differenze esigue – a volte solo un grado – non permettono di decretarne un divario degno di nota. E anche nella peggiore performance, le temperature sono tutt’altro che preoccupanti. Perché, allora, si è gridato subito allo scandalo surriscaldamento? Probabilmente l’utenza si è abituata a iPad 2, il vincitore di “freschezza” di questa competizione. Dimenticando, però, come il nuovo iPad disponga del doppio della potenza del suo predecessore.