QR code per la pagina originale

Apple difende la batteria del nuovo iPad

Apple si espone sulla vicenda legata alla batteria del nuovo iPad, sostenendo che in realtà non è un problema,ma una scelta di progetto.

,

Dopo le diverse segnalazioni di utenti alle prese con un dispositivo che sembrava continuare ad immagazzinare energia elettrica anche dopo aver raggiunto il 100% della carica, quanto meno secondo le indicazioni sul display, Apple scende in campo per difendere il nuovo iPad. E lo fa per bocca di Michael Tchao, vicepresidente del settore marketing dell’azienda di Cupertino, il quale ha tenuto a sottolineare innanzitutto una cosa: tale fenomeno non rappresenta un problema, bensì la conseguenza di una scelta progettuale da parte degli ingegneri.

Secondo Tchao, infatti, non solo il nuovo iPad bensì qualsiasi altro dispositivo basato su iOS mostra una percentuale pari al 100% durante la fase di carica ben prima che essa sia effettivamente raggiunta. Dal momento in cui tale cifra viene mostrata sul display al suo raggiungimento è dunque necessario attendere un certo lasso di tempo che chiaramente dipende dalla capacità della batteria del dispositivo: il prosieguo del processo di carica oltre il 100%, insomma, non è un difetto progettuale ma una scelta precisa.

Tale ipotesi era stata invece avanzata dal ricercatore Raymond Soneira di DisplayMate, i cui test mostravano chiaramente l’assenza di almeno il 10% della carica totale una volta raggiunto il 100% sul display, ovvero di circa un’ora di autonomia. Secondo Soneira il tutto era attribuibile ad un’errata implementazione delle formule matematiche necessarie al calcolo della percentuale residua, oppure addirittura ad un modello errato sin dalle sue fondamenta, il quale avrebbe quindi richiesto un nuovo studio da parte degli addetti Apple.

Dopo aver spiegato che tale scelta sarebbe stata dettata principalmente dalla volontà di non creare confusione tra gli utenti, poi, Tchao ha inoltre smentito le ipotesi secondo cui Apple avrebbe invitato gli utenti a non oltrepassare la soglia del 100%, rimuovendo il cavo di alimentazione dopo aver ottenuto il massimo della carica. Tchao ha infatti sottolineato come non vi sia alcun problema legato alla continua presenza di una fonte di alimentazione, in quanto i componenti interni dei dispositivi iOS sono stati studiati per rilevare automaticamente il raggiungimento della soglia massima di carica ed agire di conseguenza, senza comprometterne l’integrità.

Fonte: ComputerWorld • Notizie su: