QR code per la pagina originale

Windows 8, un progetto nato “touch”

Windows 8 offrirà la stessa esperienza d'uso su tutti i dispositivi, ma i vecchi display touchscreen non sempre interpretano le gesture in modo corretto.

,

Microsoft ha pubblicato un nuovo post per descrivere le funzionalità di Windows 8. Questa volta l’argomento trattato sono le gesture che permettono di interagire con gli schermi touchscreen dei dispositivi sui quali verrà installato il sistema operativo. L’azienda sottolinea però che l’esperienza d’uso potrebbe essere differente sui vecchi PC.

Windows 8 è stato sviluppato per funzionare su ogni tipo di dispositivo (notebook, PC e tablet), ma anche su tutti gli attuali computer basati su Windows 7. La sfida per Microsoft è quella di offrire le stesse gesture su ogni pannello touchscreen, ma in realtà esistono delle limitazioni hardware che non sempre permettono di ottenere un risultato soddisfacente.

Le principali gesture di Windows 8 richiedono l’uso di due dita, ma le applicazioni Metro funzionano meglio se il dispositivo integra un digitalizzatore che supporta almeno 5 dita. C’è però un problema: i display touchscreen progettati per Windows 7 sono più sensibili nella parte centrale. Molte gesture di Windows 8, invece, sfruttano i lati e gli angoli dello schermo. La Charms bar o la barra delle applicazioni, ad esempio, vengono mostrate con uno swipe laterale (da destra a sinistra la prima, dal basso verso l’alto la seconda). Come si può vedere dal video, i vecchi display non sempre permettono di utilizzare questa gesture e, spesso, è necessario spostare il dito più lentamente.

Per risolvere in parte il problema, Microsoft ha creato una modalità che usa un buffer di 20 pixel per catturare lo swipe laterale. Ci sono comunque altre gesture che non funzionano correttamente sui touchscreen dei PC Windows 7, come i tap singoli eseguiti troppo velocemente, oppure il trascinamento degli oggetti (ad esempio lo spostamento delle tile sullo Start screen) che viene interpretato in modo errato. L’azienda dichiara che questi problemi possono essere risolti con driver aggiornati, ma tutto dipenderà dal supporto da parte dei produttori.

Microsoft ha condotto alcuni test su sei dispositivi di diverso tipo (slate, all-in-one e monitor) e raccolto i dati ottenuti da 64 touchscreen progettato per Windows 7. I risultati mostrano che le principali gesture vengono interpretate correttamente da quasi tutti i prodotti, mentre ci sono differenze significative nell’utilizzo di gesture più complesse, come lo swipe laterale. Va da sé che la migliore esperienza d’uso con Windows 8 si avrà sui dispositivi sviluppati seguendo le specifiche consigliate da Microsoft.

Fonte: Building Windows 8 • Notizie su: