QR code per la pagina originale

HTML.it parte civile contro Italia-Programmi.net

HTML.it preannuncia che si costituirà parte civile contro Italia-Programmi.net, il sito oscurato dalla Procura di Milano per truffa ai danni degli utenti.

,

HTML.it annuncia che si costituirà parte civile nel processo contro Italia-Programmi.net. La decisione è avvenuta a seguito della pubblicazione della decisione della Procura di Milano circa l’oscuramento di Italia-Programmi.net per fermare la nota truffa che da tempo attanaglia i navigatori italiani.

«Dalla Procura di Milano emerge che chi si nasconde dietro Italia-Programmi.net ha tentato indebitamente di sfruttare a proprio vantaggio il prestigio di un marchio costruito con anni di lavoro e grazie all’impegno e alla serietà di tanti professionisti. Per questo HTML.it ha deciso di costituirsi parte civile contro la Estesa ltd affinché siano identificate precise responsabilità penali». Con queste parole Massimiliano Valente, fondatore e Presidente di HTML.it, ha delineato la posizione dell’azienda, la quale intende così essere in prima fila nella battaglia contro Italia-Programmi.net per contribuire a sconfiggere un sistema che ha rastrellato con l’inganno milioni di euro dalle tasche di centinaia di migliaia di italiani.

La società HTML.it è stata direttamente coinvolta nel momento in cui Italia-Programmi.net, per sfuggire ai controlli dei responsabili dell’antitrust, ha abilitato un redirect particolarmente infido. Collegandosi ad Italia-Programmi.net nelle ore in cui l’antitrust avrebbe potuto operare i propri controlli, infatti, l’utenza navigava in realtà le pagine di download.html.it ricavando la convinzione di una navigazione su di un sito noto e totalmente affidabile. Italia-Programmi.net approfittava pertanto della reputazione che HTML.it si è costruito nel tempo nascondendovisi dietro ed attendendo la sera per tornare a svelare la propria natura truffaldina negli orari in cui gli uffici antitrust erano chiusi.

Meccanismo, peraltro, riconosciuto anche dal GIP di Milano, che nel provvedimento di sequestro del sito sottolinea:

In conclusione Estesa ltd illegittimamente approfitta della notorietà e serietà del sito Download.html.it per “tranquillizzare” gli utenti ed indurli a sottoscrivere l’abbonamento ingenerando l’errorea convinzione che la registrazione sia gratuita

Continua Valente: «Difenderemo download.html.it e difenderemo così al contempo gli utenti italiani che sulle nostre pagine sanno di trovare un riferimento affidabile per i propri download». Al termine delle indagini HTML.it si costituirà parte civile attraverso il proprio legale, l’Avv. Fulvio Sarzana dello studio legale Sarzana e Associati di Roma, il quale spiega: «Il processo accerterà le responsabilità, ma sin d’ora appare chiaro che il meccanismo posto in essere dai titolari del sito era in grado di trarre in inganno i consumatori, sfruttando la serietà di chi lavora con dedizione e professionalità sul web».

Notizie su: