QR code per la pagina originale

Assassin’s Creed 3: Ubisoft parla delle ambientazioni scartate

Alex Hutchinson parla di Assassin's Creed 3 e ne spiega alcuni retroscena.

,

Alex Hutchinson si fa sentire ai microfoni della rivista OXM, per svelare alcuni retroscena sullo sviluppo di Assassin’s Creed 3. Il Creative Director di Ubisoft ha spiegato che, a suo parere, le ambientazioni scelte dai fan per i nuovi capitoli della serie sono indubbiamente le peggiori fra tutte.

Secondo Alex Hutchinson, “Gli utenti suggeriscono su Internet i setting più noiosi: i tre più ricercati sono la seconda guerra mondiale, il Giappone feudale e l’Egitto. Sono tre delle peggiori ambientazioni per un gioco di Assassin’s Creed”. Chi desiderava dunque un nuovo capitolo della serie con location di questo tipo può abbandonare definitivamente l’idea, almeno fin quando vi sarà lo stesso direttore creativo tra le fila di Ubisoft.

A quanto pare, però, si sta valutando il territorio indiano per un futuro gioco degli assassini: Hutchinson ha spiegato che Corey May, sceneggiatrice di Assassin’s Creed 3, vorrebbe ambientare un futuro titolo proprio in India, ma una decisione non è ancora stata presa a riguardo. Chissà, forse per Assassin’s Creed 4.

Notizie su: