QR code per la pagina originale

XSense per smartphone e tablet pieghevoli

Atmel presenta i propri schermi flessibili che si troveranno nei prossimi smartphone e tablet: il futuro del mobile sembra passare da qui.

Xsense

,

XSense è una nuova tecnologia introdotta da Atmel, consiste in un touchscreen flessibile che può essere integrato in smartphone e tablet pieghevoli e dal design accattivante, ma potrebbe essere utilizzato anche per prodotti di tipo completamente differente, come ad esempio orologi e macchine da caffè. Un video pubblicato dal produttore ne mostra le possibili applicazioni.

Atmel produce le componenti necessarie a costruire i dispositivi di LG, Acer e Samsung, dunque trattasi di un fornitore noto. Secondo quanto sottolineato attraverso un comunicato stampa, Atmel è riuscita a produrre questo schermo molto flessibile utilizzando una tecnologia proprietaria roll-to-roll di rete metallica, e la flessibilità sarebbe realizzata tramite l’utilizzo di fogli di polietilene tereftalato (PET), usati al posto dei materiali più rigidi, comuni sul mercato.

Atmel non è tuttavia l’unica società che crede che gli schermi flessibili e pieghevoli saranno il futuro della tecnologia: LG ha recentemente comunicato di aver avviato la produzione di massa di un display di carta elettronica che debutterà in Europa dal mese di maggio, sarà resistente ai graffi e alle cadute e si potrà piegare di 40 gradi al massimo. Samsung, poi, prevede di introdurre i primi smartphone con display flessibili nel corso di quest’anno, ma ancora non è stata specificata una data di uscita precisa.

A ogni modo, di seguito il video di Xsense, la tecnologia di Atmel, dove viene mostrato il possibile utilizzo della novità in questione. Bisognerà comunque attendere di conoscere dove verranno applicati questi display flessibili ma si spera che giungeranno in alcuni smartphone e tablet del 2012.

Notizie su: