QR code per la pagina originale

Nuovo iPad: i problemi WiFi causati dall’alimentazione

I problemi al funzionamento del modulo WiFi nel nuovo iPad sarebbero causati da una cattiva gestione dell'alimentazione delle componenti.

,

Il nuovo iPad è stato oggetto di alcune critiche relative ai malfunzionamenti del modulo WiFi segnalati dagli utenti sul forum ufficiale. Un problema che Apple dovrà cercare di risolvere, così da non compromettere l’immagine del suo tablet di terza generazione appena giunto sul mercato. Stando all’analisi di alcuni esperti, la questione sarebbe da ricondurre al sistema che gestisce l’alimentazione delle componenti hardware interne. Una scoperta che, se confermata, garantirebbe la possibilità di risolvere il tutto mediante un aggiornamento software.

A parlerne è Aaron Vronko, CEO di Rapid Repair, con un intervento pubblicato nel fine settimana sul sito ufficiale della rivista ComputerWorld. Eccone un estratto che riprende i passaggi più importanti e significativi dell’articolo.

Non credo che l’hardware sia la causa principale del problema. Il vero principio del malfunzionamento va ricercato in ambito software, oppure in un comportamento errato dell’hardware che è possibile correggere con un aggiornamento.

Il chip Broadcom BCM4330 ha un design inedito, con alcune funzionalità per il risparmio energetico. Il modulo WiFi del nuovo iPad può richiedere a volte un quantitativo di energia importante, ma Apple potrebbe aver scelto di limitarne l’assorbimento per favorire l’alimentazione di altre componenti come il nuovo display LCD ad alta risoluzione o la GPU.

Una possibile soluzione al problema, sempre che la tesi di Vronko dovesse rivelarsi veritiera, è rappresentata da una differente gestione dell’alimentazione. Con un update software Apple sarebbe in grado di garantire un quantitativo maggiore di energia al modulo WiFi del nuovo iPad, in caso di necessità, evitando così il verificarsi del malfunzionamento. Si ricorda comunque che, in attesa di una soluzione definitiva, la mela morsicata ha deciso di sostituire i dispositivi difettosi senza alcune spesa aggiuntiva per gli utenti.

Notizie su: