STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

40 milioni di utenti, tutti assieme, su Skype

Skype ha raggiunto e superato il traguardo dei 40 milioni di utenti unici connessi contemporaneamente al servizio.

,

Poco più di un mese: è il tempo trascorso tra il precedente record e quello appena tagliato da Skype, che ha visto sfondare il muro dei 40 milioni di utenti unici in linea contemporaneamente. Un risultato più che positivo per il software di VoIP, acquistato da Microsoft l’anno scorso per la cifra di 8.5 miliardi di dollari e che ha visto costantemente crescere la propria community nel tempo. Se a febbraio gli iscritti online erano 32 milioni, a marzo è stato raggiunto il numero di 35 milioni di utenti unici, per arrivare ora con il mese di aprile già a nuova cifra tonda.

Gli sviluppatori del software hanno ironizzato sulla cifra che questo record rappresenta, ovvero la popolazione mondiale esistente sulla Terra tra il 2000 e il 1000 A.C., quando il nostro pianeta era popolato da civiltà antiche come Egizi, Fenici e Micenei, e gli scambi sociali avvenivano sulle rotte del Mediterraneo, con i primi alfabeti che vedevano la luce. Ma «oggi abbiamo sette miliardi di persone sulla Terra, e ci sono centri di commercio quasi ovunque. Con i cambiamento nella tecnologie e nelle forme meccanizzate di trasporto, le lettere (sorprendentemente) sono ancora protagoniste quotidiane di scambi tra persone, mentre le email arrivano in pochi secondi».

Per il software la cifra di 40 milioni di utenti online contemporaneamente è una nuova pietra miliare: tutte queste persone sono oggi interessate in attività come le chiamate audio, le video chat, l’invio di messaggi istantanei o SMS, messaggi vocali o condivisione di file. Il tutto, ovviamente, a titolo gratuito.

Anche Microsoft può guardare a questo record con interesse: l’azienda, che ha acquistato il software l’anno scorso, potrebbe rendere Skype il centro focale di tutte le comunicazioni tra i suoi utenti, e il punto di arrivo tra i vari servizi cloud e non. Ad essere interessate a questa ipotesi ci sono vari prodotti e dispositivi: da Windows Phone a servizi come SkyDrive, Azure e Xbox. Skype potrà quindi dire la sua in un settore, quello del VoIP, dove agisce da sicuro dominatore, ma può guardare anche oltre e competere con piattaforme sociali ben più ampie, come Facebook. La cui integrazione rappresenta una delle nuove frontiere che la divisione sta sperimentando.

Fonte
Commenta e partecipa alle discussioni