STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Nokia Lumia 900, aggiornamento disponibile

Nokia ha rilasciato l'aggiornamento del firmware che corregge il problema di connettività del Nokia Lumia 900.

,

Nokia è stata di parola: a distanza di una settimana dalla scoperta del bug che affliggeva l’esordiente Nokia Lumia 900, il gruppo ha già rilasciato l’aggiornamento software in grado di risolvere il problema riportando così nelle mani dell’utenza un device nel pieno delle proprie potenzialità. Il tutto, a conti fatti, con una fortunata coincidenza di eventi per i primi acquirenti.

Il Lumia 900 ha esordito negli Stati Uniti tentando di riportare il marchio Nokia in un paese che ad oggi non arreca beneficio alcuno ai bilanci del gruppo. Dotato di sistema operativo Windows Phone, il Lumia 900 è un device premiato dalla critica e che con un prezzo estremamente appetibile ambisce a dire la propria sul mercato, sfidando le diffidenze di un paese dominato da iPhone ed Android. Tuttavia l’esordio, benché giudicato positivo dal CEO Stephen Elop, è stato problematico per almeno due motivi: perché nel periodo pasquale gran parte delle rivendite AT&T era chiusa e perché fin dalle prime ore il Lumia 900 ha manifestato uno stucchevole problema.

I primi acquirenti, infatti, non erano in grado di connettersi alla rete per sfruttare il traffico dati: impossibile utilizzare applicazioni, impossibile navigare. Nokia ha immediatamente fatto ammenda, identificando in poche ore il problema e reagendo con forza: 100 dollari di rimborso sono stati promessi a coloro i quali avevano già acquistato il device ed a coloro i quali lo avrebbero fatto proprio entro la settimana passata, annullando così di fatto il costo del dispositivo (99 dollari sotto contratto AT&T). Entro la settimana, infine, sarebbe arrivato l’aggiornamento software che avrebbe risolto l’intoppo.

Così è stato. L’utenza Lumia 900 può da oggi aggiornare il device tramite Zune, ripristinando così la piena funzionalità e “guadagnandoci” 100 dollari rispetto alla spesa messa in preventivo una settimana fa. L’utenza italiana nel frattempo può invece iniziare a prenotare il proprio device, il cui arrivo nel nostro paese non ha però ancora una data precisa.

Fonte
Commenta e partecipa alle discussioni