QR code per la pagina originale

OS X Mountain Lion Developer Preview 3 per gli sviluppatori

OS X Mountain Lion Developer Preview 3 disponibile per gli sviluppatori: ecco i dettagli ufficiali sulla release comunicati da Apple.

,

OS X Mountain Lion torna a mostrarsi agli sviluppatori con una nuova versione, la Developer Preview 3, distribuita nella giornata di ieri. Il rilascio avviene ad un mese esatto di distanza dalla DP2, accompagnato da quello di Xcode 4.4 Developer Preview 3. Entrambi i pacchetti sono disponibili per il download sulle pagine del Developer Center.

Apple, nel fornire questa nuova release del prossimo sistema operativo OS X Mountain Lion, specifica che si tratta di un codice ancora non esente da bug e possibili malfunzionamenti, consigliandone dunque l’installazione solamente agli utenti più esperti e comunque non su piattaforme per le quali è richiesta una perfetta stabilità.

OS X Mountain Lion Developer Preview 3 è una versione non definitiva del software e non va utilizzata in ambito commerciale o con dati importanti. È consigliato fare sempre un backup completo dei propri dati prima dell’installazione. Non sarà possibile eseguire l’aggiornamento alla versione finale del sistema operativo dalla Developer Preview.

Di seguito, l’elenco dei dispositivi sui quali, ad oggi, è possibile installare OS X Mountain Lion Developer Preview 3, con riferimenti precisi al loro periodo di commercializzazione.

  • iMac (metà 2007 o successivi);
  • MacBook (13 pollici in alluminio di fine 2008, 13 pollici di inizio 2009 o successivi);
  • MacBook Pro (13 pollici di metà 2009 o successivi, 15 pollici di metà 2007 o successivi, 17 pollici di fine 2007 o successivi);
  • MacBook Air (fine 2008 o successivi);
  • Mac Mini (inizio 2009 o successivi);
  • Mac Pro (inizio 2008 o successivi).

La mela morsicata indica anche le funzionalità per le quali sono al momento stati segnalati bug. Tra queste l’incompatibilità di FileVault con alcune operazioni come la schermata di login all’avvio, la disabilitazione della sincronizzazione in iTunes, l’impossibilità di visualizzare alcune icone dell’interfaccia, la regolazione automatica per la luminosità del display e il malfunzionamento di QuickTime sui sistemi dotati di GPU NVIDIA.

Notizie su: