QR code per la pagina originale

Google Cloud Print, aggiunte nuove funzionalità

Google aggiunge nuove funzioni a Cloud Print: tra queste la possibilità di inviare una stampa virtuale PDF al proprio terminale Android.

,

Google Cloud Print si arricchisce di funzionalità inedite: il colosso di Mountain View ha infatti annunciato la disponibilità di un nuovo aggiornamento per il servizio che permette di stampare da qualunque dispositivo attraverso il Web. Non sono molte in verità le caratteristiche aggiunte, ma tanto bastano per rendere Google Cloud Print ancora più interessante.

Innanzitutto è stato aggiunto il supporto alle stampanti Canon ancora mancanti, che vanno dunque a unirsi ai modelli marchiati Epson, HP e Kodak. In secondo luogo troviamo un servizio interessante ma esclusivamente riservato purtroppo agli Stati Uniti. Grazie a Google Cloud Print, gli utenti possono da oggi stampare direttamente in ogni FedEX Point sul territorio americano. Non sarebbe male godere di un servizio simile anche in Italia, magari all’interno degli edifici pubblici.

Tornando a parlare invece di funzioni universali, si segnala una possibilità correlata direttamente al recente aggiornamento del browser Chrome per terminali Android. Il “nuovo” Google Cloud Print permette infatti di inviare la stampa virtuale in formato PDF a un qualunque dispositivo dotato del browser, dunque necessariamente di Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Una possibilità in più, che arricchisce ulteriormente la vasta gamma di servizi già disponibili per gli utenti Google.

Per ulteriori informazioni su Google Cloud Print si consiglia di visitare la pagina ufficiale del servizio, che comprende la lista delle stampanti compatibili e i tutorial di configurazione anche per i dispositivi più datati. È possibile collegare anche stampanti classiche, sfruttando la connessione di rete attraverso un PC o un notebook.

Notizie su: