QR code per la pagina originale

Google Drive, la conferma arriva da un video

Google Drive, il servizio di cloud storage, avvistato durante un hangout di sviluppatori Android: ecco una prova della sua esistenza.

,

Google Drive, il servizio di cloud storage protagonista di numerosi rumor e indiscrezioni negli ultimi mesi, sembra ormai vicino al lancio. BigG non ha mai confermato in via ufficiale la sua esistenza, sebbene alcune testimonianze riportate nelle scorse settimane lasciano poco spazio a interpretazioni errate. Quella di oggi arriva da alcuni sviluppatori Android, più precisamente da un hangout organizzato sul social network Google+.

Reto Meier di Android Developer Relations, nell’illustrare le funzionalità delle applicazioni al fine di recensirle, mostra le opzioni di condivisione dei file PDF all’interno di un software. Tra queste, oltre a Bluetooth, Dropbox, Esporta in Exchange e Gmail figura proprio Google Drive, come visibile all’interno del filmato in streaming a fondo articolo.

A rendere maggiormente credibile l’ipotesi di un lancio imminente è l’intervento di Google, che subito dopo aver notato l’interesse suscitato in Rete dalla fuga di informazioni ha deciso di rendere il video privato, dunque non visibile a tutti. Fortunatamente qualcuno ne ha salvata una copia, condividendola nuovamente su YouTube.

Purtroppo il filmato non fornisce la possibilità di dare uno sguardo alle funzionalità del servizio, ma risulta comunque utile per capire come Google Drive sia già una realtà per alcuni sviluppatori e molto presto lo potrebbe diventare per tutti. Tra le caratteristiche attese, la possibilità di salvare online documenti e file multimediali con uno spazio di 5 GB offerto gratuitamente.

Nei giorni scorsi era stata avvistata anche l’applicazione ufficiale di Google Drive per piattaforme Mac, a conferma di come il cloud storage di Mountain View sarà disponibile fin da subito anche per i computer della mela morsicata. Di seguito, il filmato con l’hangout di Android Developer Relations: la parte citata in questo articolo è visibile al minuto 32:46.

Notizie su: