QR code per la pagina originale

Il primo iPhone? Un fallimento, secondo Bloomberg

Un articolo di Bloomberg del 2007 affermava che iPhone sarebbe stato un vero e proprio flop commerciale, ma le cose sono andate molto diversamente.

,

«Apple riuscirà a vendere qualche esemplare ai suoi fans, ma l’iPhone non avrà un forte impatto sul settore della telefonia». Così veniva riportato in un articolo di Bloomberg del 2007, scritto da Matthew Lynn a soli sei giorni dalla presentazione del primo melafonino. Ma, come ben si sa, il mercato è imprevedibile e iPhone è riuscito ad ottenere in questi anni un successo incredibile a livello mondiale, tanto da rivoluzionare il mercato della telefonia.

Il 15 gennaio 2007, infatti, Lynn pubblicò un articolo in cui criticava aspramente il primo iPhone affermando che lo stesso sarebbe stato un autentico flop commerciale, roba per pochi fan Apple, motivando la sua ipotesi con delle dichiarazioni comunque discutibili, come ad esempio quella riportata qui di seguito:

«L’iPhone non è altro che un gingillo di lusso che si rivolge a ad un élite ristretta. In termini di impatto sul mercato, l’iPhone è poco rilevante.»

Il giornalista della testata Bloomerg criticava la compatibilità con gli operatori internazionali, e in effetti il primo iPhone (EDGE/2G) approdò esclusivamente nel territorio statunitense grazie ad una partnership stretta tra Cupertino e AT&T, per poi giungere negli altri paesi solo un anno dopo con iPhone 3G. Proseguendo, Lynn ha argomentato il perché del fallimento dell’iPhone riportando alcuni esempi:

«Apple si è affermata nel settore dei computer e dei lettori MP3 poiché, seppur non essendo stata tra gli ideatori di questi dispositivi, è stata tra le prime aziende a creare questo genere di dispositivi, mentre l’iPhone è un prodotto che arriva “in ritardo” rispetto ai diretti concorrenti che hanno maturato un’esperienza profonda in questo settore. Non c’è carenza di telefoni. Ci sono già grandi aziende che dominano questo settore e che lotteranno per difendere il proprio mercato. Ciò significa che Apple dovrà lottare duramente per ogni vendita.»

Vi è da dire però che Apple, con iPhone, ha saputo innovare e rivoluzionare un settore fino ad allora dominato da Nokia, introducendo un prodotto con caratteristiche che hanno saputo conquistare e soddisfare appieno le esigenze dei consumatori, anche business: altro che fallimentare, oggi il melafonino è lo smartphone più appetibile sul mercato, segno di come sia davvero difficile azzardare delle previsioni in un settore, quello della telefonia e più in generale della tecnologia, in costante e inarrestabile evoluzione.

Notizie su: