STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

Motorola, due schiaffi a Microsoft

Motorola vince una nuova causa in Germania contro Microsoft: Windows 7 e Xbox 360 nel mirino, ma continueranno ad essere venduti. Per ora.

,

Microsoft subisce due schiaffi da Motorola, ma porge l’altra guancia e chiede di ridiscutere della questione. Si può riassumere così l’ennesima vittoria legale ottenuta in Germania dal gruppo acquisito da Google, il tutto all’interno di una guerra senza confini che mette i brevetti al centro di una contesta che ha già coinvolto anche la Commissione Europea. E la cui conclusione non sembra essere prossima ad avvenire.

I fatti narrano di una sentenza nuovamente a favore di Motorola: i brevetti EP0538667 e EP0615384 sarebbero stati violati da prodotti quali Windows 7 e Xbox 360. In conseguenza di quanto acclarato, la Corte ha intimato pertanto a Microsoft di ritirare i propri prodotti dal mercato, ma il tutto non andrà a compimento poiché il gruppo di Redmond ha già preannunciato ricorso e la distribuzione potrà pertanto proseguire indisturbata almeno fino al prossimo grado di giudizio.

Ma è a questo punto che intervengono problematiche ulteriori che rendono complesso il caso. I due brevetti, infatti, sono relativi al codec H.264 utilizzato nell’80% dei video digitali: Microsoft avrebbe utilizzato i brevetti in questione senza licenza, ma al tempo stesso contesta il modo in cui Motorola offre le licenze alle aziende terze e contesta a fondo quanto richiesto per regolarizzare la propria posizione. Secondo Microsoft, infatti, tali brevetti sono fondamentali per gli standard e sono pertanto assoggettabili a termini di licenza FRAND (equi, ragionevoli e non discriminatori). Motorola, invece, avrebbe richiesto royalty estremamente alte, rendendo pertanto impossibile a Microsoft la regolarizzazione della posizione ora condannata in tribunale.

Il caso è da tempo in discussione e la stessa Commissione Europea sta vagliando la posizione di Motorola sulla questione. Mentre l’UE approfondisce il problema, Microsoft potrà continuare a vendere i propri prodotti anche in territorio tedesco, in attesa di un nuovo pronunciamento e dell’eventuale ribaltamento della sentenza di primo grado.

Commenta e partecipa alle discussioni
  • 02/05/2012 alle 10:00 #155142

    Giacomo Dotta
    Amministratore

    Motorola vince una nuova causa in Germania contro Microsoft: Windows 7 e Xbox 360 nel mirino, ma continueranno ad essere venduti. Per ora.

    Leggi la notizia: Motorola, due schiaffi a Microsoft

    02/05/2012 alle 10:47 #235129

    James
    Membro

    Microsoft come Apple.
    Sembrano dei ragazzini delle elementari. Hanno da poco imparato il significato della parola FRAND ed ora non la smettono di ripeterla…
    “rendendo pertanto impossibile a Microsoft la regolarizzazione della posizione”

    O si poveretta…gli mancava sicuramente i $. E tutti quei piccoli produttori che sotto la minaccia di Microsoft hanno dovuto pagarle il pizzo per produrre terminali android cosa dovrebbero dire allora? Loro, volente o nolente, sono stati costretti a regolamentare la loro posizione….è ora che lo faccia anche Microsoft, che di sicuro i $ non gli manca…

    02/05/2012 alle 12:34 #235130

    Paolo
    Membro

    forse non è chiaro… qui si parla di brevetti che sono diventati standard de facto .
    per questo MS chiede il rispetto della licenza FRAND…
    MS non vuole non pagare… (come invece fa Google e la sua consociata Motorola) ma vuole pagare quanto previsto dalla legge…
    mentre the don’t be evil company vuole come al solito abusare della sua posizione dominante…
    e’ ora che la UE prenda il problema sul serio come fatto a suo tempo nei confronti di MS…

    02/05/2012 alle 14:18 #235131

    Pizza
    Membro

     Io direo Google come Apple…

    18/08/2012 alle 21:24 #235132

    Roberto d'aloisio
    Participant

    Ogni sconfitta di MS ad opera di Google aumenta il godimento di mezzo mondo informatico……